/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 29 luglio 2019, 19:17

Asilo di Varigotti, disposto il piano di rilancio: si attende il nulla osta della Diocesi per la convezione

La convenzione è stata stipulata dalla neonata associazione dei genitori "A-mare Varigotti", la cooperativa sociale Koinè, la Parrocchia di Varigotti e l'amministrazione finalese

Asilo di Varigotti, disposto il piano di rilancio: si attende il nulla osta della Diocesi per la convezione

Scongiurata la chiusura dell'asilo di Varigotti, è tutto pronto per la Scuola Materna Regina Elena. Si attende infatti a breve solo l'ultimo nulla osta della Diocesi di Savona alla convenzione stipulata dalla neonata associazione dei genitori "A-mare Varigotti", la cooperativa sociale Koinè, la Parrocchia di Varigotti e l'amministrazione finalese guidata dal sindaco Frascherelli, che tramite l'assessore alle Politiche Sociali Clara Bricchetto, ha garantito un importante supporto economico all'iniziativa.

L'asilo quindi non si ferma, a dispetto di una serie di voci che paventavano addirittura una possibile messa in vendita da parte della Curia dell'intero edificio, un complesso di pregio situato fronte mare costruito nei primi anni del Novecento grazie all'impegno di tutta la comunità varigottese ed eretto su un terreno donato appositamente dall'ingegner Filippo Bardini. "Un asilo storico, giusto che vada avanti..." ripetono nell'antico borgo saraceno, una delle perle turistiche del ponente ligure.

Dalle carte dell'archivio diocesano sono infatti emersi pezzi di storia straordinaria, con le famiglie del paese del tempo, dalle più facoltose alle meno abbienti, in prima linea nell'edificazione dell'area in base alle proprie disponibilità economiche e mezzi. Chi in denaro, chi con prestazioni d'opera e chi invece con asini e buoi da trasporto. L'apertura dell'istituto, il primo in tutta Italia ad esser riconosciuto scuola paritaria dal Ministero nel 2001, risale al 1913, anno in cui venne affidato alle suore brignoline con uno statuto originale che prevede per la struttura un unico impiego: la scuola materna. Preso atto della volontà della Curia a non proseguirne la gestione, la mobilitazione dei genitori non si è fermata alla semplice costituzione dell'associazione di promozione sociale "A-mare Varigotti" ma vedrà nel mese di agosto una serie di iniziative importanti di sensibilizzazione raccolta fondi tra cui una pesca di beneficenza, l'organizzazione di banchetti ed eventi sportivi come un torneo di beach volley presso lo stabilimento 20Riviera e di calcetto a cinque presso il Centro Sportivo San Lorenzo.

Le premesse per il servizio indicano prospettive completamente nuove. Il progetto discusso in comune prevede infatti un piano di rilancio per la struttura che abbia finalità aggregative differenti con un bacino d'utenza da 0 a 99 anni. Il tutto in gestione alla cooperativa sociale Koinè del gruppo "Progetto Città" che opera già in diversi asili del savonese e conduce attualmente nel finalese con ottimi riscontri l'asilo nido di Gorra.

La convenzione di fornitura di servizi, che sta per essere approvata con Koinè, prevede operatori specializzati di settore che saranno in grado autonomamente di coprire ogni esigenza di personale. A breve sarà quindi possibile procedere con l'iscrizione presso l'istituto che rappresenta una vera e propria oasi per bimbi con un ampio giardino e un servizio di cucina interno.

"Finalmente dopo mesi e mesi di duro lavoro di tutte le parti in causa compresa la Curia – spiega l'architetto Emanuele Rosso, attuale vice-presidente di "A-mare Varigotti" – siamo giunti alla definizione del progetto di rilancio della scuola che può contare sulla disponibilità e la collaborazione del nuovo parroco Don Domenico Venturetti appena arrivato". Si attende solo l'ok definitivo della Diocesi atteso nei prossimi giorni.

"Il nostro obbiettivo è un asilo alla portata di tutti – dichiara il presidente di "A-mare Varigotti" Matteo Ruffino – una struttura importante al servizio di tutto il territorio finalese e non solo".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium