/ Albisolese

Albisolese | 29 luglio 2019, 18:18

Albisola, il WWF chiede una verifica sulla compatibilità ambientale per i cumuli di terre e rocce da scavo situati vicino al torrente Sansobbia

Il WWF chiede di verificare se i cumuli risultano autorizzati e conformi alle norme urbanistico edilizie, paesaggistico-ambientali, nonché idrauliche.

Albisola, il WWF chiede una verifica sulla compatibilità ambientale per i cumuli di terre e rocce da scavo situati vicino al torrente Sansobbia

Il WWF, viste le problematiche e le preoccupazioni sollevate da diversi cittadini, ha inviato una richiesta di verifica idraulico-urbanistico-edilizia-ambientale, per le rispettive competenze, agli enti preposti (in primis Comune e Regione) inerenti la presenza sul territorio comunale di Albisola Superiore di grossi cumuli di materiale di terre e rocce da scavo presumibilmente proveniente dai lavori dell’Aurelia Bis tratta Albisola Superiore-Savona.

L’area interessata dai depositi, si trova al di fuori delle aree di deposito intermedio individuate in località Poggio Azzurro e precisamente in adiacenza all’area individuata come “campo base” dal PUT (Piano di Utilizzazione delle Terre e rocce da scavo) sul lato orografico sinistro del Torrente Sansobbia. Da una ricerca il WWF ha notato che l’area risulterebbe essere utilizzata dall’anno 2016.

Il WWF ha esaminato la documentazione presente sul portale della Regione Liguria, Settore V.I.A., ed in particolare i procedimenti pratiche n. 312, 312b,312c denominati “lavori di costruzione della viabilità di accesso all'hub portuale di Savona - interconnessione tra i caselli della a10 di Savona ed Albisola e i porti di Savona e Vado: variante alla ss 1 Aurelia nel tratto tra Savona torrente Letimbro ed Albisola Superiore, modifiche al piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo ex art. 5 dm 161/2012 “, ed ha notato che tale deposito non risulta essere presente nei vari procedimenti, né viene data menzione nei successivi atti autorizzativi di variante dall’anno 2014 in poi, approvati sia con Delibere di Giunta Regionale che con decreti dirigenziali, entrambi pubblicati sul sito istituzionale della Regione Liguria.

Vista la presenza di vincoli paesaggistico-ambientali e dell’adiacente alveo del Torrente Sansobbia; nonchè delle preoccupazioni sollevate da diversi cittadini, il WWF chiede di verificare se tali cumuli risultano autorizzati e conformi alle norme urbanistico edilizie, paesaggistico-ambientali, nonché idrauliche.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium