/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 31 luglio 2019, 12:16

Andora: è quasi sicuramente morto battendo la testa nel dirupo il 19enne Rafael Baroni, proseguono le indagini

Non ci sono ancora conferme ufficiali sui motivi del decesso del giovane, sul quale ovviamente verrà eseguita l’autopsia per capire con precisione le cause che lo hanno provocato

Andora: è quasi sicuramente morto battendo la testa nel dirupo il 19enne Rafael Baroni, proseguono le indagini

E’ quasi sicuramente morto battendo violentemente la testa, dopo una rovinosa caduta, nel tentativo di entrare nella nota discoteca tra Andora e Laigueglia, il 19enne imperiese Rafael Baroni, trovato ieri sera senza vita in un dirupo a sbalzo sul mare.

Non ci sono ancora conferme ufficiali sui motivi del decesso del giovane, sul quale ovviamente verrà eseguita l’autopsia per capire con precisione le cause che lo hanno provocato. Saranno eseguiti anche gli esami tossicologici. Del caso si stanno occupando i Carabinieri di Andora, insieme ai colleghi di Alassio.

Ieri sera il ritrovamento del corpo, per il quale erano scattate le ricerche fin dal mattino dopo la denuncia ai Carabinieri da parte della madre. E si erano ovviamente concentrate nella zona compresa tra Andora e Laigueglia, dove il giovane aveva tentato di entrare in discoteca, senza riuscirvi. Oltre ai militari dell’arma hanno lavorato alle ricerche anche gli uomini della Protezione Civile e gli amici ed i parenti del 19enne.

Poco dopo le 20.30, purtroppo, la drammatica verità, quando il corpo di Rafael è stato trovato. Si sono anche vissuti momenti di tensione e poi il riconoscimento del giovane da parte della famiglia. L’indagine è seguita dalla Procura di Savona mentre oggi, ovviamente, non si fermano i messaggi di cordoglio da amici, parenti e dal mondo dello sport di cui Rafael faceva parte.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium