/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 31 luglio 2019, 22:00

Savona: l'importanza del porto per l'economia del Paese

Tra i più famosi punti crocieristici d’Italia e con più di duecento anni di storia alle spalle, il porto di Savona può essere considerato uno degli elementi cardine dell’economia della città

Savona: l'importanza del porto per l'economia del Paese

Tra i più famosi punti crocieristici d’Italia e con più di duecento anni di storia alle spalle, il porto di Savona può essere considerato uno degli elementi cardine dell’economia della città, non solo per la sua vivacità a livello mercantile, ma anche per l’importanza da esso ricoperta nel settore turistico. Oltre a Civitavecchia, Napoli e Venezia, infatti, i tre porti più famosi a livello nazionale, è proprio Savona a ricoprire il ruolo di polo portuale più attivo e fiorente dell’intera penisola, grazie alla modernità delle sue infrastrutture e alla sua continua valorizzazione da parte della Regione e della Provincia.

Il boom della crocieristica e il successo dei porti italiani

Come anticipato, la città di Savona rappresenta un importante polo portuale anche per il settore turistico, dominato in Italia dall’importanza di compagnie crocieristiche quali Msc e Costa Crociere, parte del gruppo anglo-statunitense Carnival e presente sul mercato azionario da più di trenta anni (vedi https://www.etoro.com/it/discover/markets/stocks). È ben risaputo che l’andamento del mercato azionario sia un fattore decisivo per valutare lo stato di salute di un Paese o di singole società: è proprio dalla sua valutazione e dallo studio dei grafici di borsa che è possibile prendere decisioni consapevoli sulla compravendita delle azioni; i dati a proposito di Carnival mettono in evidenza un momento storico decisamente fortunato. Come evidenziato da un recente report di Risposte Turismo poi (qui disponibile https://www.ferpress.it/2019-sara-lanno-delle-crociere-dati-dello-short-report-risposte-turismo-sul-prossimo-numero-mobility-magazine/), il mercato crocieristico ha conosciuto negli ultimi anni un periodo estremamente positivo, all’interno del quale l’Italia non ha fatto certo eccezione. Secondo quanto emerso, anche il 2019 non sarà da meno: grazie all’attrattiva del Mediterraneo, infatti, l’Italia continuerà a rappresentare una delle mete più ambite dalla clientela mondiale, sia per la bellezza dei Paesi da esso bagnati, sia per la fama dei porti italiani e per l’offerta turistica delle coste del nostro Paese.

Il 2019, in particolare, avrebbe fatto segnare un nuovo record all’Italia, con il raggiungimento della quota di 11,89 milioni di movimenti passeggeri nei porti nazionali, cifra in aumento del 7% rispetto al 2018. Tra i porti più famosi, invece, si sono confermati alle prime posizioni:

  • Civitavecchia, con 2,56 milioni;

  • Venezia, con 1,56 milioni;

  • Genova, con 1,35 milioni;

  • Napoli, con 1,20 milioni di movimenti.

La stessa Costa Crociere, secondo uno studio del 2016 (qui disponibile http://www.themeditelegraph.com/it/shipping/cruise-and-ferries/2016/12/12/costa-crociere-porta-dote-milioni-all-economia-savona-3QaAPcAbH2W8DGR2qEUQ2N/index.html), avrebbe fornito al Comune di Savona un contributo di 38 milioni e 564.474 euro, generando inoltre un valore di più di 661 posti di lavoro. Nel dettaglio:

  • 18.920.138 euro deriverebbero dalle spese degli ospiti delle navi;

  • 13.046.654 euro dalle attività della compagnia crocieristica;

  • 6.595.681 euro dalle spese effettuate dai membri a bordo.

Il porto di Savona: un po’ di storia


Tra i più famosi d’Italia, anche quello di Savona rientra a pieni voti nella lista dei porti meritevoli di aver contribuito allo sviluppo economico del nostro Paese e della Liguria in particolare. Secondo solo a quello di Genova, il porto di Savona è attivo sin dal Medioevo, periodo storico in cui ha ricoperto un ruolo fondamentale per il traffico delle merci nel Mar Mediterraneo. Ad oggi, oltre all’importanza esercitata nel settore mercantile, il porto di Savona è noto come punto di attracco delle maggiori compagnie crocieristiche, grazie anche alla fama della Stazione Marittima, detta anche Palacrociere, capace di veicolare circa 750.000 passeggeri all’anno. Oltre al suo peso storico, la vivacità del porto di Savona si deve anche ai continui lavori di rinnovamento e manutenzione: solo nel 2019, infatti, sono stati stanziati circa 337 milioni di euro a favore dei porti Savona-Vado e Genova, al fine di migliorare ulteriormente l’intero sistema infrastrutturale, finanziare l’intermodalità ferroviaria e aeroportuale e ridurre le tasse portuali. 

Come la storia insegna, il mare ha sempre rappresentato un vantaggio notevole per i popoli stanziati lungo i suoi litorali, tanto a livello economico per il trasporto delle materie prime quanto a livello di sicurezza e salvaguardia nazionale. Nonostante il trascorrere dei secoli, l’importanza ricoperta tuttora dai punti mercantili e crocieristici come il porto di Savona conferma quanto la tutela delle coste possa giovare all’economia di un Paese.  

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium