/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 05 agosto 2019, 16:12

Peagna, i cinque finalisti del "Premio Anthia Libro Ligure"

Sono opere diverse tra loro – spiega il presidente dell'associazione Amici di Peagna, Giuliano Michelini – ma tutti valorizzano e descrivono il nostro territorio

Peagna, i cinque finalisti del "Premio Anthia Libro Ligure"

L'associazione Amici di Peagna ha reso noto oggi la cinquina dei libri finalisti per il Premio Anthia – Libro ligure dell'anno, giunto alla trentottesima edizione. I cinque titoli indicati sono:

Il mare privato. Lo scempio delle coste italiane. Il caso dei porti turistici in Liguria - Fabio Balocco - Altreconomia

Il passo della morte - Enzo Barnabà, Viviana Trentin - Infinito Edizioni

Il ponte. Un'antologia - Nicolò De Mari, Emilia Marasco (a cura di) - Il Canneto Editore

Il territorio dell'esistenza. Francesco Biamonti - Matteo Grassano - Franco Angeli 

Streghe guaritrici e preti incantatori. La magia popolare nei verbali dell’Inquisizione della diocesi di Savona - Manuela Saccone, Giuseppe Testa - Associazione Emanuele Celesia.

“Sono opere diverse tra loro – spiega il presidente dell'associazione, Giuliano Michelini – ma tutti valorizzano e descrivono il nostro territorio. Sono opere di ricerca o legate all'attualità, che affrontano temi di interesse nazionale o locali: il denominatore comune è la capacità non banale di raccontare storie, persone, tradizioni e culture della Liguria”.

Il premio – un'opera dell'artista Serena Salino, grazie alla prestigiosa collaborazione che ormai da anni lega Peagna e il Circolo degli Artisti di Albissola – vinto in passato da Biamonti, Calvino, Orengo, Maggiani tra gli altri, verrà assegnato sabato 24 agosto alle 19,30 a Peagna, in concomitanza con l’inaugurazione della rassegna, che come di consueto mette in mostra a Casa Girardenghi tutte le pubblicazioni liguri degli ultimi tre anni, un unicum a livello regionale. Il fitto programma di sabato 24 agosto sarà chiuso da un omaggio a Nico Orengo, il grande giornalista e autore scomparso dieci anni fa.

Peagna Festival continua poi mercoledì 28 con Massimo Angelini e la sua orazione sull’artigianato culturale ligure e in particolare sull’ecologia della parola (titolo del suo ultimo lavoro). Giovedì 29 la prima delle due tavole rotonde è incentrata sul tema delle favole, delle storie e delle narrazioni tradizionali e del ruolo nella cultura ligure; venerdì 30 al centro del forum un tema di grande attualità come quello delle migrazioni, letto con l’occhio della storia passata e presente e del ruolo che ha avuto la Liguria.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium