/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 10 agosto 2019, 10:32

L’Accademia Kronos (sezione Val Bormida) divulga un vademecum per proteggere cani e gatti dai fuochi d’artificio

Tutti i consigli utili per salvaguardare gli animali a 4 zampe

L’Accademia Kronos (sezione Val Bormida) divulga un vademecum per proteggere cani e gatti dai fuochi d’artificio

L’Accademia Kronos (sezione Val Bormida) divulga un vademecum per proteggere i nostri amici pelosi dai fuochi d’artificio.

Per il vostro cane: 1) non mostrarsi troppo protettivi, alimenta le loro paure; 2) tenerli in appartamento, meglio se in una stanza in penombra e lontana dai rumori; 3) lasciate accesa la televisione, la radio o della musica; 4) non lasciateli legati alla catena potrebbero strozzarsi, piuttosto chiudeteli in un luogo sicuro.Se potete non lasciateli soli in giardino, potrebbero scappare o ferirsi nel tentativo di farlo; 5) passeggiare con il cane saldamento al guinzaglio, non slegatelo, facendo attenzione per i cani anziani e cardiopatici; 6) assicurarsi per tempo che siano facilmente identificabili con microchip, tatuaggio e medaglietta con numero di telefono; 7) se l’animale vi sfugge di mano,chiamatelo con tranquillità, non andate in panico.

In caso di smarrimento cercatelo nei canili e comunicate la scomparsa presentando denuncia al servizio veterinario, ai vigili, carabinieri o polizia, avvisate le associazioni animaliste e i siti internet che si occupano di cani scomparsi ed eventualmente anche le abitazioni circostanti il luogo della scomparsa; 8) non rafforzare la loro paura dei fuochi d'artificio agitandovi, la calma è molto importante. In caso riscontraste nei vostri cani un'eccessivo stato d'ansia o malessere fisico, rivolgetevi per tempo a un veterinario che potrà consigliarvi nel miglior modo possibile.

Ricordatevi inoltre che con l'avanzare dell'età del cane e la mancata sensibilizzazione allo stimolo rumoroso dei fuochi d'artificio, anche cani che non hanno mai manifestato problematiche potrebbero all'improvviso spaventarsi.

Per il vostro gatto: 1) manifestare indifferenza accendendo musica o tv; 2) non lasciarli soli in giardino ed in balcone in quanto potrebbero farsi male o scappare; 3) preparargli un rifugio alternativo gia individuato magari sotto il letto; 4) Non utilizzare sedativi, anche se blandi, al fine di tranquillizzarli. La cosa migliore è che il gatto resti assolutamente vigile e gli sia permesso di raggiungere dei rifugi ad hoc; 5) assicurarsi per tempo che siano identificabili; 6) anticipare il momento della pappa al fine di tenere poi il gatto in casa.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium