/ Albenganese

Albenganese | 12 agosto 2019, 08:40

Albenga, auto rubata a Borghetto, due denunce e un arresto da parte dei carabinieri

L'autore del furto è stato denunciato così come il passeggero che non poteva uscire da Imperia, arrestato un terzo colpito da ordine di cattura dal 2016. Arrestato un albenganese per atti persecutori nei confronti della sorella.

Albenga, auto rubata a Borghetto, due denunce e un arresto da parte dei carabinieri

Ieri notte, nell’ambito dei servizi pianificati di pattugliamento “ad alto impatto” disposti per il contrasto al crimine diffuso nonché per la prevenzione delle “stragi del sabato sera”, proprio a rimarcare la necessità di raggiungere un divertimento sano ed ordinato nel rispetto delle regole, 8 pattuglie di Carabinieri e 2 unità cinofile, hanno costituito dispositivi di controllo nella città di Albenga, presidiandone i principali assi viari specie nella zona delle discoteche e della movida ingauna, a Vadino.

La cinturazione di un intero settore della frazione ingauna, ha consentito ai Carabinieri di bloccare un’autovettura segnalata quale oggetto di furto e denunciata due giorni prima a Borghetto S. Spirito. A bordo cinque soggetti di origine tunisina sono stati perquisiti e portati in caserma per accertamenti. L’autovettura è stata ovviamente restituita al legittimo proprietario.

A carico del conducente un tunisino di 37 anni è stata formulata l’accusa di ricettazione, ed è stato denunciato alla procura di Savona, un passeggero suo connazionale di 42 anni è stato arrestato poiché colpito da ordine di cattura per reati in materia di spaccio di sostanze stupefacente, commessi a Sanremo nel 2016. Dovrà scontare oltre due anni di carcere. Un terzo è stato denunciato per non aver ottemperato all’ordine dei Questore di Imperia di uscire dallo Stato.

Un albenganese di 55 anni, residente a Borghetto S. Spirito (SV) è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Borghetto, per atti persecutori nei confronti della sorella, avendo violato la prescrizione del divieto di avvicinamento cui era sottoposto. Gli arrestati sono stati entrambi accompagnati nel carcere imperiese.

 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium