/ Economia

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 13 agosto 2019, 08:00

Consigli per ridurre i rischi nel Trading Forex

Il mercato Forex, dove vengono scambiate le valute, genera una moltitudine di opportunità di trading, essendo uno dei mercati più liquidi del mondo e uno dei più grandi in termini di volume

Consigli per ridurre i rischi nel Trading Forex

Il mercato Forex, dove vengono scambiate le valute, genera una moltitudine di opportunità di trading, essendo uno dei mercati più liquidi del mondo e uno dei più grandi in termini di volume, con transazioni che superano i cinque trilioni di dollari al giorno. È anche uno dei più accessibili, decentralizzati e aperti 24 ore al giorno, dal lunedì al venerdì.

Nonostante i suoi numerosi vantaggi, il trading Forex non è privo di rischi ed è importante sapere nel dettaglio come funziona, come si può fare trading e anche imparare ed applicare una buona gestione del rischio, essendo consigliabile esercitarsi prima con un simulatore di trading. Una delle cose che dovreste sapere prima di iniziare a fare trading sul mercato Forex è che è un mercato molto volatile, i prezzi fluttuano costantemente, e questo offre grandi opportunità, ma può anche essere fonte di rischio.

Errori da evitare

Uno degli errori principali che fanno i trader Forex, specialmente i principianti, è rischiare più di quanto possono permettersi. È un errore investire grandi somme di denaro perché il Forex è un mercato imprevedibile che risente notevolmente degli eventi politici e persino sociali.

Gestire il rischio

Uno degli strumenti più efficaci per la gestione del rischio Forex è lo sviluppo di un piano di trading. Tuttavia, per poter elaborare tale piano, dobbiamo essere chiari su tutte le chiavi per la gestione del rischio Forex. Questi sono alcuni di loro:

  • Impostare uno stop loss. In un mercato come il Forex, caratterizzato da volatilità, è essenziale impostare uno stop loss nelle nostre posizioni per evitare perdite superiori al nostro capitale. È uno strumento con il quale possiamo stabilire la massima perdita che siamo disposti ad ammettere. Quando impostiamo lo stop loss, dobbiamo rispondere a diverse domande, oltre a qual è la perdita massima che siamo disposti ad assumere: quali sono i livelli di volatilità dell'attività con cui sto negoziando? Quale tipo di stop loss si adatta meglio alla mia strategia? Qual è la mia strategia di trading?

  • Diversificazione. Esattamente come nella negoziazione di azioni si cerca di includere nel proprio portafoglio titoli di diversi settori o società, nel Forex è ugualmente importante e consigliabile diversificare l'investimento con diverse coppie di valute e non mettere "tutte le uova nello stesso paniere".

  • Allenamento. Il mercato Forex è in continua evoluzione, per cui è importante che il trader sia in un processo di formazione costante e che sia allenato con i corsi gratuiti che la maggior parte dei broker offre ai propri clienti. L'apprendimento continuo è una delle chiavi del successo nel trading.

  • Leva finanziaria. È uno strumento che ci permette di moltiplicare i nostri profitti se il mercato è a nostro favore, ma dobbiamo essere chiari sul fatto che aumenterà anche le perdite se va contro di noi, poiché è calcolato sul valore totale della posizione e non sul margine. Per questo motivo dobbiamo imparare ad usarla in modo responsabile e sensato. La leva giusta dipenderà sempre dalla nostra strategia di trading sulla base del fatto che più a lungo termine sarà la strategia, più bassa sarà la leva.

  • Essere aggiornati con il calendario Forex. Il trader deve essere consapevole delle previsioni economiche che possono influenzare il mercato valutario. Ad esempio, se il Presidente della BCE ha in previsto di rilasciare delle dichiarazioni, le sue parole potrebbero influire sul prezzo dell'euro. Nel caso della Fed, è probabile il dollaro americano si veda influenzato.


Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium