/ Alassino

Alassino | 16 agosto 2019, 11:59

Andora Jazz Festival: dal 22 al 25 agosto il grande jazz torna nei Giardini Tagliaferro

Appuntamento alle 21.30. Ingresso libero

Andora Jazz Festival: dal 22 al 25 agosto il grande jazz torna nei Giardini Tagliaferro

Il grande jazz torna nei Giardini Tagliaferro, grazie all'Andora Jazz Festival la rassegna organizzata a cura dell' Associazione AndorArte, con il patrocinio del Comune di Andora, dal 22 al 25 agosto, nei Giardini Tagliaferro, alle ore 21.30. L'ingresso è libero. 

La rassegna, giunta alla sesta edizione, propone le esibizioni di importanti nomi del jazz nazionale e internazionale. Musicisti e interpreti che si sono esibiti in importanti Festival nazionali e che giungono ad Andora grazie al lavoro dell'associazione AndorArte che ha conquistato sul campo la stima di molti protagonisti della musica che accettano l'invito di Andora o tornano ad esibirsi nella località ligure proponendo nuove collaborazioni. 

Di edizione in edizione, il festival ha conquistato un pubblico sempre più numeroso sia fra gli esperti che fra coloro che si sono avvicinati a questo genere proprio grazie alla rassegna andorese.

Si debutta  22 agosto con  GIULIA LARWICH 4TET feat CARLO ATTI

La cantante Giulia Lorvich, già affermata interprete dell’American Songbook oltre che docente e compositrice, è affiancata da uno dei più influenti sassofonisti della scena italiana ed europea, Carlo Atti, e dal pianista Nico Menci, anch’egli personalità di spicco del jazz italiano.


Il 23 agosto sarà la volta di SUPER BAD - A FUNK EXPERIENCE:  

si tratta di un progetto di musica jazz-funk fondato nel 2018 dal sassofonista Marco Caponi.  L’idea alla base è stata quella di riunire musicisti di rilievo, provenienti dalla scena jazz, soul e pop toscana. La formazione trae ispirazione dai padri fondatori del genere, con la sezione fiati supportata da organo Hammond, chitarra e sezione ritmica. 

I brani sono stati scelti in modo da accompagnare l’ascoltatore in una Experience, un percorso storico-musicale dal groove dei primi anni ’80 ad oggi. Dai JB’s a Maceo Parker, da Marvin Gaye a Trombone Shorty, per arrivare, perché no, ai Daft Punk. 

I SUPER. 

Il 24 agosto JANYSETT Mc PHERSON 4TET

Janysett McPherson, cantante, pianista, arrangiatrice e compositrice jazz cubana, nasce nel 1979 a Guantánamo. Qui comincia quindi la sua carriera musicale, influenzata dalla grande scuola dei pianisti cubani, quali Lecuona, Bola de Nieve e Chucho Valdes. Le viene riconosciuto il prestigioso “Premio Adolfo Guzman” e collabora con diversi artisti, tra i quali Manolito Simonet, Tata Guines, Miles Peña, Omara Portuondo e importanti orchestre come l'Orchestra Anacaona e l'Orchestra Buena Vista Social Club

La rassegna chiude il  25 con MILA OGLIASTRO TRIO GUEST ANDREA POZZA

Lo spettacolo proposto nasce da un'idea di Mila Ogliastro e di Giorgio Griffa e dalla volontà di creare un progetto caratterizzato dall'unione di esperienze musicali diverse e dalla ricerca sul sound che ne sarebbe derivato.

Sia nella rielaborazione di brani editi, provenienti non solo dal repertorio della tradizione jazzistica (Monk, Joni Mitchell, Steve Swallow), ma anche dal vasto mondo della popular music (Queen, The Beatles, Janis Joplin), sia nella composizione ex novo di alcuni inediti, si può avvertire un "sentore" di rock fondersi con il tocco funk di Nicola Bruno e con l'esperienza jazz comune a tutti loro, impersonata in primis da Andrea Pozza.

Ecco nel  dettaglio tutte le formazioni che si esibiranno e le biografie.

22 AGOSTO

GIULIA LORVICH & CARLO ATTI ALL STARS

La cantante Giulia Lorvich, già affermata interprete dell’American Songbook oltre che docente e compositrice, è affiancata da uno dei più influenti sassofonisti della scena italiana ed europea, Carlo Atti, e dal pianista Nico Menci, anch’egli personalità di spicco del jazz italiano.

 Completano la formazione due giovani talenti che stanno velocemente raggiungendo la notorietà nell’ambiente jazzistico, Filippo Cassanelli al contrabbasso e Giovanni Minguzzi alla batteria.

 Un quintetto d’eccezione per il quale l’interplay, la ricerca di repertorio e la creazione estemporanea di soluzioni originali nell’interpreare alcuni standards del repertorio jazzistico sono al centro di un universo musicale coinvolgente, mai scontato e ricco di sfumature, nel rispetto della tradizione. 

GIULIA LORVICH  - voce

CARLO ATTI -  sassofoni 

NICO MENCI -  piano

FILIPPO CASSANELLI  - contrabbasso

GIOVANNI MINGUZZI -  batteria

23 AGOSTO

SUPER BAD – A Funk Experience

E’ un progetto di musica jazz-funk fondato nel 2018 dal sassofonista Marco Caponi.  L’idea alla base è stata quella di riunire musicisti di rilievo, provenienti dalla scena jazz, soul e pop toscana. La formazione trae ispirazione dai padri fondatori del genere, con la sezione fiati supportata da organo Hammond, chitarra e sezione ritmica. 

I brani sono stati scelti in modo da accompagnare l’ascoltatore in una Experience, un percorso storico-musicale dal groove dei primi anni ’80 ad oggi. Dai JB’s a Maceo Parker, da Marvin Gaye a Trombone Shorty, per arrivare, perché no, ai Daft Punk. 

I SUPER BAD, solamente nel primo anno di attività, hanno collezionato numerosi concerti e partecipazioni a festival e rassegne jazz, tra cui il “Grey Cat Jazz Festival”. 

La band miscela sonorità funk, jazz e rock, in un mix che si è condensato nel primo inedito, uscito a febbraio 2019. 

Marco Caponi – Sax / Vocoder (band leader) 

Paolo Acquaviva – Trombone 

Valentina Bartoli – Hammond / Keyboards 

Lorenzo Ruggeri – Guitar 

Tommaso Faglia – Bass 

Emanuele Bonechi – Drums 

24 AGOSTO

JANYSETTE McPHERSON 4tet

Janysett McPherson, cantante, pianista, arrangiatrice e compositrice jazz cubana, nasce nel 1979 a Guantánamo. Qui comincia quindi la sua carriera musicale, influenzata dalla grande scuola dei pianisti cubani, quali Lecuona, Bola de Nieve e Chucho Valdes. Le viene riconosciuto il prestigioso “Premio Adolfo Guzman” e collabora con diversi artisti, tra i quali Manolito Simonet, Tata Guines, Miles Peña, Omara Portuondo e importanti orchestre come l'Orchestra Anacaona e l'Orchestra Buena Vista Social Club.L'artista si trasferisce in seguito in Francia, a Nizza, dove pubblica i suoi primi album; esce nel 2013 “Tres almas”, disco che viene nominato al “Cubadisco Internacional” e l'anno successivo nuovamente la nomina con “Blues side live”.Regolarmente invitata nei jazz clubs parigini tra i più emblematici e ospite di festival internazionali, come il “Nice Jazz Festival”, il “Percfest” di Laigueglia,il “Festival Jazz” di Saint Raphael, dove nel 2017 è al fianco di Maceo Parker e Dee Dee Bridgewater,  il “Premier Festival de la Chanson Française” a Nizza, , dove partecipa con Orlando “Maraca” Valle, Unojazz Sanremo Festival, nel 2018 con Mino Cinelu e Andy Narrell,  Janysett è una vera showoman e una delle cantanti più singolarmente esotiche della scena jazz francese. Una delicata e sublime commistione di musica latino-americana, di jazz e canzone resa da una voce di classe internazionale. 

Janysett McPherson al piano e voce, è accompagnata nell'occasione da un trio d'eccezione composto da:

Dominique Viccaro alla batteria

Ivan Bridon alle percussioni

François Lapeyssonnie al basso.

25 AGOSTO

Mila Ogliastro trio feat Andrea Pozza   THE WISTERIA SUITES

Lo spettacolo proposto nasce da un'idea di Mila Ogliastro e di Giorgio Griffa e dalla volontà di creare un progetto caratterizzato dall'unione di esperienze musicali diverse e dalla ricerca sul sound che ne sarebbe derivato.

Sia nella rielaborazione di brani editi, provenienti non solo dal repertorio della tradizione jazzistica (Monk, Joni Mitchell, Steve Swallow), ma anche dal vasto mondo della popular music (Queen, The Beatles, Janis Joplin), sia nella composizione ex novo di alcuni inediti, si può avvertire un "sentore" di rock fondersi con il tocco funk di Nicola Bruno e con l'esperienza jazz comune a tutti loro, impersonata in primis da Andrea Pozza.

Tutte le composizioni e gli arrangiamenti sono ad opera di Mila Ogliastro, che fin dai primi anni di studio si è distinta nella rilettura in chiave jazz di brani provenienti da diversi generi e tradizioni.

L’eleganza del Jazz incontra il passato rock e funk del trio, tra inediti, standard, Queen e Saint-Saëns.

Mila Ogliastro, diplomata in Canto Jazz al Conservatorio Niccoló Paganini di Genova, dimostra la sua passione per la musica e per l’arte fin da piccola: il suo percorso comincia con la danza e con il teatro, prosegue con i corsi di canto e chitarra durante i quali si appassiona al rock e al soul, fino ad arrivare allo studio della musica jazz al Conservatorio. E’ compositrice e responsabile degli arrangiamenti del progetto “The Wisteria Suites”.

Nicola Bruno si è diplomato in Basso Elettrico presso il dipartimento Jazz del Conservatorio Paganini di Genova, ha frequentato precedentemente il corso di contrabbasso presso il Conservatorio Vivaldi di Alessandria e ha studiato basso elettrico con insegnanti privati. Collabora come bassista e autore per i Mamasuya, bassista dal vivo e in studio per Paolo Bonfanti, Elisabetta Gagliardi, La Rosa Tatuata. Ha accompagnato dal vivo o in trasmissioni televisive diversi artisti italiani. Dopo diversi anni di esperienza nell’insegnamento nelle scuole, attualmente è docente di Basso presso la scuola civica A. Rebora di Ovada, la Banda Musicale C. Colombi di Genova, e Il Laboratorio della Musica di Alessandria.

Giorgio Griffa, dopo aver intrapreso lo studio del pianoforte col M. Massimo Paderni al conservatorio N. Paganini di Genova, proseguito fino all' 8° anno, inizia lo studio delle percussioni. Contemporaneamente agli studi inizia un'attività  concertistica che gradualmente lo porta a suonare con tantissimi musicisti. Collabora anche come batterista con orchestre sinfoniche: la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo dal 2015, con cui ha avuto l'occasione di suonare con artisti come Enrico Ruggeri, Simone Cristicchi e Mogol diretto dai Maestri Molinelli e Andrea Oddone. Nel 2015 ha inoltre occasione di suonare nella prestigiosa sala del KKL di Lucerna. Nel 2016 incide un disco a Parigi col quartetto Pace Carnevale Valente Griffa per il progetto Cross Connection (associazione il Tetracordo).

Andrea Pozza ha una solida carriera nazionale ed internazionale che lo ha visto protagonista in Estremo Oriente, in America ed in Europa. Pianista genovese è attualmente riconosciuto dalla critica e dal pubblico come una delle personalità più rappresentative in ambito jazz attualmente in circolazione. Musicista eclettico capace di affrontare con grande disinvoltura qualsiasi repertorio, è sia leader carismatico sia partner ideale per grandi artisti che trovano in lui empatia e innato interplay. Andrea Pozza ha debuttato a soli 13 anni e da allora si è esibito al fianco di alcuni “mostri sacri” della storia del jazz: Harry "Sweet" Edison, Bobby Durham, Chet Baker, Al Grey, George Coleman, Charlie Mariano, Lee Konitz, Sal Nistico, Massimo Urbani, Luciano Milanese, Steve Grossman e molti altri ancora. Intensa la sua attività concertistica che lo porta costantemente in tour in Italia e in Europa, dalla Gran Bretagna alla Svizzera, dalla Germania al Portogallo, alla guida delle formazioni a suo nome. Pozza collabora stabilmente, tra gli altri, con Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Scott Hamilton, Jesse Davis, Tullio De Piscopo, Ferenc Nemeth, Bob Sheppard, Antony Pinciotti, Furio Di Castri. Andrea Pozza è inoltre protagonista di numerosi progetti discografici a suo nome, tra questi, l’album più recente si intitola “Siciliana” realizzato in trio con Andrew Cleyndert e Mark Taylor (Trio Records, Inghilterra, 2016), preceduto da “I Could Write a Book” (Gennaio 2014) e “Who cares?” (Dicembre 2014) in super audio cd e vinile, in duo con Scott Hamilton; “A Jellyfish From The Bosphorus” (ABEAT REC, 2013) in trio, inciso tra l’Italia ed il Regno Unito e “Gull's Flight”(ABEAT REC, 2011) realizzato con l’Andrea Pozza European Quintet e che coinvolge i musicisti inglesi e olandesi.

Mila Ogliastro -  voce

Nicola Bruno - basso elettrico

Giorgio Griffa - batteria

Andrea Pozza - piano

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie di Imperia e Golfo Dianese

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium