/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 29 agosto 2019, 13:58

Il Prefetto di Savona incontra Umar Nuri, il giovane milite della CRI Loano vittima di insulti razzisti

Ad accompagnare il giovane, il Sindaco di Loano, Luigi Pignocca, il Presidente della Fondazione Ceis di Genova, Enrico Costa, e alcuni rappresentanti del Comitato di Loano della Croce Rossa Italiana

Il Prefetto di Savona incontra Umar Nuri, il giovane milite della CRI Loano vittima di insulti razzisti

Questa mattina il Prefetto di Savona, Antonio Cananà, ha incontrato Umar Nuri, il 25enne volontario della Croce Rossa di Loano originario del Ghana, che agli inizi di agosto è stato vittima di un grave episodio di razzismo.

Ad accompagnare il giovane, il Sindaco di Loano, Luigi Pignocca, il Presidente della Fondazione Ceis di Genova, Enrico Costa, e alcuni rappresentanti del Comitato di Loano della Croce Rossa Italiana. Il Prefetto ha espresso la più viva solidarietà ad Umar Nuri per il grave episodio occorsogli e ha ricordato che lo stesso, senza alcun problema, da quando è ospite del centro di accoglienza straordinario di Loano, gestito dal Ceis, si è distinto per la volontà di integrarsi nella comunità locale.

Il suo impegno al servizio degli altri, come volontario della Croce Rossa, è una chiara testimonianza in tal senso. Gli ha poi formulato gli auguri per il futuro.

Al termine dell’incontro, il Prefetto ha ringraziato il Sindaco di Loano per il suo operato e rivolto parole di apprezzamento ai rappresentanti di Ceis e Croce Rossa per la preziosa attività al fianco delle istituzioni pubbliche.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium