/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 30 agosto 2019, 17:20

Conferenza dei Servizi: tutto pronto per il "Depuratore unico" da Borghetto a Borgio Verezzi

Nel 2020 la gara d'appalto per l'assegnazione degli incarichi, il tutto per un valore di oltre 5 milioni di euro

Conferenza dei Servizi: tutto pronto per il "Depuratore unico" da Borghetto a Borgio Verezzi

Si è svolta ieri, presso la sede di Servizi Ambientali, la Conferenza dei Servizi per definire gli ultimi aspetti tecnico/pratici relativi al collegamento, con il depuratore all'avanguardia di Borghetto Santo Spirito, dei comuni di Loano, Pietra Ligure, Borgio Verezzi, Tovo San Giacomo e Giustenice.

Fatte le debite conclusioni, si prevede di varare il bando per l'assegnazione dei lavori entro la prima metà del 2020, per un valore complessivo che supererà i 5 milioni di euro. Ovviamente, in base alle disponibilità di cassa dei singoli comuni coinvolti, potranno essere varati più cantieri contemporaneamente. E questa è considerata la soluzione più auspicabile per accelerare i tempi. In ogni caso, per l'ultimazione dell'intero progetto sarà posto alla ditta appaltante un termine ultimo di non oltre tre anni di lavori.

Essendo la stazione di sollevamento tra Pietra Ligure e Borgio Verezzi situata in una zona piuttosto interna, non si prevedono disagi alla viabilità; disagi che, invece, si potrebbero verificare tra Borghetto e Loano, dove le tubature passano più in prossimità della via Aurelia. In ogni caso l'intera opera rappresenterà, per i vari comuni, l'occasione per rinnovare una dotazione di tubature ormai afflitta da una certa vetustà.

Il depuratore di Borgio Verezzi, che si è rivelato un'eccellenza tecnologica con un solo, minimo episodio di sversamento negli ultimi otto anni di attività, potrebbe (ma qui il condizionale è d'obbligo, perché sono tutte ipotesi destinate a passare al vaglio in un secondo tempo) essere in una prima fase mantenuto come "backup", cioè come struttura d'emergenza durante il percorso di assestamento del nuovo impianto, dopodiché verrà gradualmente dismesso e smantellato.

"Siamo molto contenti perché abbiamo raggiunto un obiettivo molto importante per la nostra società - commenta alla nostra redazione il presidente di Servizi Ambientali SpA Alberto Bonifacino - il direttore generale Paolo Paganelli si è speso tanto per il completamento di questo iter. Il percorso non è stato facile, ma ci siamo riusciti. Si tratta di un passo fondamentale che ci consente di mettere nel mirino un obiettivo ambientale che riteniamo fondamentale: la completa depurazione per i nostri soci". 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium