/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 02 settembre 2019, 11:10

Rinnovate le cariche dell’Associazione Memoria Viva Canelli: la nuova presidente è la cairese Mariapia Di Matteo

Nata a Cairo Montenotte, risiede da molti anni a Calamandrana, dove ha solide radici famigliari. Laureata in Agraria, è dirigente finanziario della Ferrero di Alba

Nella foto, da sinistra a destra: Elena Capra, Mariapia Di Matteo e Gabriella Rosso

Nella foto, da sinistra a destra: Elena Capra, Mariapia Di Matteo e Gabriella Rosso

Nelle scorse settimane, il Direttivo dell’Associazione Memoria Viva Canelli ha provveduto a rinnovare le carica di presidente dell’Associazione stessa. La nuova presidente è Mariapia Di Matteo, che succede a Massimo Branda, che ha ricoperto la carica per i due mandati previsti dallo statuto associativo. La neo presidente, nata a Cairo Montenotte, risiede da molti anni a Calamandrana, dove ha solide radici familiari. Laureata in Agraria, è dirigente finanziario della Ferrero di Alba. 

“E’ un grande onore per me questa nomina per rappresentare Memoria Viva – dichiara Di Matteo - un’associazione che svolge un ruolo importante da molto tempo per Canelli e non solo, con relazioni consolidate e riconosciute sul territorio. Non sono canellese, ma vivo per scelta da molti anni a pochi chilometri di distanza e ho avuto modo di conoscere Memoria Viva e di condividere gli ideali che la animano, quindi con entusiasmo ed umiltà mi metto al suo servizio. Ringrazio i componenti del Direttivo per la fiducia che hanno riposto in me: posso solo garantire il mio impegno per mantenere lo spirito che ha guidato le azioni di Memora Viva, sapendo di poter contare sulla passione e la competenza di tutte le persone che si impegnano con molta disponibilità nelle attività dell’associazione.”

Contestualmente alla nomina del nuovo presidente, Elena Capra e Gabriella Rosso sono state confermate nella carica di vice-presidente e Ornella Domanda in quella di segretario dell’Associazione.

“Continuare a lavorare per MV - hanno affermato - è molto stimolante, arricchente e gratificante, perché i canellesi, sia ragazzi che adulti, hanno sempre risposto con interesse e partecipazione alle iniziative che abbiamo proposto: eventi, presentazioni di libri, commemorazioni, mostre, approfondimenti, maratone di lettura... Questo ci incoraggia a continuare a pensare nuovi modi per rendere la memoria un presente continuo, un pungolo che attiva le coscienze, rendendoci più consapevoli e capaci di interpretare quel che accade qui e ora. Continueremo quindi a fare cultura, continueremo a valorizzare l'appartenenza al nostro territorio, a supportare le scuole nel loro prezioso servizio formativo, cercando di rafforzare le collaborazioni con le altre associazioni presenti a Canelli. Con questo spirito e questa sensibilità, diamo il benvenuto ai nuovi membri di Memoria Viva ed ai preziosi contributi che sapranno portarci.”

Massimo Branda, presidente uscente, ha invece dichiarato: “I sei anni della mia presidenza dell'Associazione Memoria Viva Canelli sono stati anni impegnativi ed entusiasmanti, in cui ho partecipato all'organizzazione di iniziative che mi parevano interessanti e, in alcuni casi, fondamentali. Accanto ai tradizionali appuntamenti legati al Giorno della Memoria, al 25 aprile e alla Festa della Repubblica, abbiamo lanciato idee nuove: dalle maratone letterarie alle passeggiate alla scoperta della nostra Città, intrecciando collaborazioni con associazioni e istituzioni, locali e non. Ho quindi incontrato molte persone nuove con gli stessi miei interessi e animati dallo stesso impegno, che hanno arricchito la mia vita e hanno consentito all’Associazione di varcare i confini canellesi.

La mia maggiore soddisfazione è stata veder girare per l'Italia il nome della mia Città associato alla rivendicazione dei valori della Costituzione, dell'Europa, dell'Italia uscita dalla Resistenza, con iniziative che ci sono valse il plauso della Presidenza della Repubblica e di quella della Regione Piemonte. Auguro buon lavoro a Mariapia e a Memoria Viva, cui assicuro il mio costante sostegno. Grazie a tutti quelli che in Memoria Viva mi hanno sostenuto e assecondato, e grazie a tutti quelli che hanno collaborato con noi, direttamente o semplicemente partecipando alle nostre iniziative”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium