/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 03 settembre 2019, 15:46

A Pietra Ligure, con il container di “Fuori Onda”, la cultura è scesa 'in piazza' ad agosto: un’iniziativa innovativa e una scommessa vinta

A pochi metri dai cantieri navali, il Container è stato segno di un “viaggio” che torna con il suo carico di idee, di bello, di novità, di esperienze e di incontri e “seme” per il nuovo che verrà.

A Pietra Ligure, con il container di “Fuori Onda”,  la cultura è scesa 'in piazza' ad agosto: un’iniziativa innovativa e una scommessa vinta

Si sono conclusi sabato 31 agosto, con  la proiezione del film dedicato ai cantieri navali di Pietra Ligure e le magiche note del pianoforte di Remo Anzovino, gli eventi del Container arancione di “Fuori Onda” che, per venti giorni, ha “stazionato” nella centralissima piazza Vittorio Emanuele II, “offrendo” cultura a 360° e animando le serate pietresi con una innovativa, ricca e poliedrica rassegna culturale, nata dalla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Associazione ILM.

A pochi metri dai quei cantieri navali, che tanto hanno segnato la vita e la fisionomia di Pietra Ligure e continuano a segnarla oggi con la loro attesa di nuova vita,  il Container  è stato segno di un “viaggio” che torna con il suo carico di idee, di bello, di novità, di esperienze e di incontri  e “seme”  per il nuovo che verrà.

Icona evocativa, il Container ha catalizzato lo sguardo e l’attenzione di pietresi e turisti, coinvolgendoli con artisti che, con talento e bravura, hanno regalato emozioni e “allargato” orizzonti, dando vita alla scommessa di fare cultura ad agosto. Scommessa ampiamente vinta e premiata da un pubblico curioso e attento e, soprattutto, numerosissimo.

Musica, arte, danza, teatro, cinema, fotografia, ma anche viaggi, attualità, satira, divertimento e voglia di sperimentare,  in un variegato e  sorprendente mix che ha donato a  piazza Vittorio Emanulele II un’identità forte e precisa, connotandola come un vero e proprio “contenitore culturale” a cielo aperto.

Più di 3000 partecipanti, 15 eventi, 1 mitico concerto dei Guappecartò, 5 sessioni di musica d’autore dal vivo, 3 appuntamenti con l’attualità del “Salotto del Container”, 1 laboratorio artistico con la Cianotipia del prof. Nardini, il “primo” talk show della storia pietrese con “In viaggio con Di Maggio”, 3 mostre d’arte, 2 proiezioni, 1 sessione di teatro/danza per 20 giorni di spettacolo e divertimento e un buon ritorno in termini di affluenza, visibilità e ricaduta economica per le attività produttive del circondario: questi i numeri di un bellissimo “azzardo”: fare cultura in piazza ad agosto.

Un progetto importante, subito sposato e fortemente sostenuto dall’Amministrazione comunale, quello di “Fuori Onda”, nato con il docufilm sulla storia dei Cantieri Navali nel dicembre 2018 e cresciuto un pezzetto alla volta fino a diventare itinerante e “approdare” oggi là dove tutto è nato, a due passi dalle vestigia dei cantieri e di un mondo di cui senti ancora l’odore, per essere “fermento” di rinascita.

Un’iniziativa di valore e carica di emozioni per noi pietresi e 'germe' di futuro - commentano il Sindaco di Pietra Ligure Luigi De Vincenzi e il Vicesindaco e assessore alla cultura Daniele Rembado - Vogliamo mettere la cultura al centro della nostra azione amministrativa e il Container di Fuori Onda, con le sue poliedriche attività, ha rappresentato e rappresenta il simbolo del nostro impegno a lavorare in questa direzione”, aggiungono.

Non possiamo che ringraziare l’Associazione ILM e gli artisti coinvolti per questi 20 giorni di cultura 'a tutto campo', senza dimenticare  tutte le persone che, a vario titolo,  hanno contribuito con il loro lavoro a realizzare  questa bella e importante iniziativa” concludono De Vincenzi e Rembado.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium