/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 03 settembre 2019, 11:46

Addio al semaforo mobile sulla Finale-Orco, Marinella Geremia: "Un primo grande passo"

La capogruppo finalese della Lega: "Ora monitorare costantemente la sicurezza di questa strada così soggetta a fenomeni franosi". Il punto dei consiglieri provinciali Bonasera e Isella sui sopralluoghi fatti e i lavori da svolgere

immagine di repertorio: un recente fenomeno franoso tra Finale e Orco

immagine di repertorio: un recente fenomeno franoso tra Finale e Orco

Partiranno dalla fine di questo mese di settembre, per un importo di poco inferiore ai 200mila euro stanziati dalla Provincia di Savona, i lavori di consolidamento e messa in sicurezza della strada tra Finale e Orco Feglino. Essa da tempo, con il suo semaforo mobile e con i disagi di traffico che ne conseguono (soprattutto per i mezzi di maggiori dimensioni), è una vera “spina nel fianco” del comprensorio finalese. “Spina” che sta per essere estratta.

Commenta il vicepresidente della provincia, Francesco Bonasera: “Recentemente, assieme alla responsabile del settore viabilità, il geologo Luana Isella, ci siamo recati ad effettuare un sopralluogo sull’area al fine di esaminarne nel dettaglio le criticità. In realtà, però, durante la campagna elettorale finalese, eravamo già stati contattati per un precedente sopralluogo dalla candidata Marinella Geremia, oggi capogruppo consiliare della Lega (già consigliere anche nella precedente amministrazione), per valutare insieme il da farsi. Marinella Geremia, infatti, dal 2015 si batte per questa problematica e ne conosce bene i disagi”.

Aggiunge il consigliere provinciale Luana Isella: “Fondamentalmente si tratterà di effettuare un consolidamento della strada e di togliere il semaforo mobile, rendendo così nuovamente agibile tutta la sede stradale senza sensi unici alternati”.

Conclude Marinella Geremia, capogruppo consiliare finalese della Lega: “Ovviamente non posso che gioire per questa svolta decisiva nella viabilità del comprensorio. Avevo presentato una prima interpellanza nel 2015 e una seconda nel 2018 per invitare il Comune a sollecitare gli enti preposti ad un rapido intervento. Ritengo infatti inammissibile che una città che si fregia del titolo di ‘Capitale dell’outdoor’ lasci che sia così problematico il traffico su una strada vicina ad alcuni tra i sentieri più belli e più importanti della zona. Non dimentichiamo che Finale e Orco Feglino sono legati da un patto di Unione dei Comuni, rendere difficile un collegamento tra i due centri non giova certo all’immagine di questa alleanza e non è nemmeno corretto verso gli amici di Orco. Ripeto: sono felice che un primo importante passo si sia compiuto. Ora chiedo al Comune di Finale che il monitoraggio di quel tratto di strada così frequentemente soggetto a fenomeni franosi sia costante, nel nome della massima sicurezza”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium