/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 09 settembre 2019, 17:43

Sequestrati tavolini e sedie a un locale di Alassio: operazione congiunta della polizia locale e della guardia costiera

Sabato scorso agenti della Polizia Municipale, insieme ai militari dell'Ufficio Locale Marittimo di Alassio, hanno provveduto al sequestro dei tavoli e delle sedie che insistevano sul suolo demaniale.

Sequestrati tavolini e sedie a un locale di Alassio: operazione congiunta della polizia locale e della guardia costiera

Un impegno a 360 gradi quello messo in campo dalla Polizia Municipale alassina lungo l'intera stagione estiva (e non solo); e soprattutto il consolidamento dell'attività sinergica con la Guardia Costiera alassina.

L'ultimo servizio congiunto relativo ai controlli sull'occupazione del suolo pubblico e del demanio marittimo ha messo nei guai un noto locale che insiste su Passeggiata Grollero titolare di regolare permesso di occupazione di suolo pubblico e demanio marittimo ma solo a partire dalle 19.

A luglio la prima denuncia e segnalazione alla Procura, dopo che più volte era stato segnalato come tavolini e sedie fossero posizionati ben prima dell'ora stabilita.

Sabato scorso agenti della Polizia Municipale, insieme ai militari dell'Ufficio Locale Marittimo di Alassio, ravvisata la reiterazione di un'occupazione al di fuori dei limiti consentiti , su disposizione dell'autorità giudiziaria, hanno provveduto al sequestro dei tavoli e delle sedie che insistevano sul suolo demaniale.

"In tutto circa una decina di tavoli e trenta sedie - spiega Francesco Parrella, Comandante della Polizia ​Municipale di Alassio - opportunamente sigillati e la cui custodia è stata affidata al locale stesso che l'ha stoccati in un magazzino".

"Un intervento che apre ad un ulteriore dibattito che stiamo affrontando anche con le associazioni di pubblica assistenza - aggiunge il Vicesindaco Angelo Galtieri - anche sull'opportunità di procedere con le deroghe e le concessioni di occupazioni di suolo pubblico stagionali. Nelle ultime settimane, in proposito abbiamo avviato una serie di verifiche rispetto alle quali ci confronteremo con le associazioni di categoria".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium