/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 09 settembre 2019, 08:21

A Giustenice un incontro dal titolo "Gestione e valorizzazione agro territoriale: tutela del patrimonio boschivo"

Martedì 10 settembre, alle ore 20.45 nella frazione di San Michele presso la multimediale (ex scuole)

A Giustenice un incontro dal titolo "Gestione e valorizzazione agro territoriale: tutela del patrimonio boschivo"

 

La modalità di utilizzo del bosco, le attività agricolo forestali, l’outdoor e la caccia saranno i temi al centro del convegno, dal titolo “Gestione e valorizzazione agro territoriale: tutela del patrimonio boschivo", che vuole porre l’accento sulla tutela e valorizzazione del bosco, dei prodotti del sottobosco e di tutte le attività che nel bosco stesso si possono fare.

Domani sera (martedì 10 settembre) nell’incantevole scenario della Frazione di San Michele a Giustenice, alle ore 20,45 presso la sala multimediale (ex scuole) è previsto l’incontro organizzato dal Comune di Giustenice e dal Direttivo del Consorzio Agroforestale – funghi sempre di Giustenice in collaborazione con il Gruppo Carabinieri Forestale di Savona. L’idea è quella di  utilizzare questo evento anche per parlare di ambiente e della salvaguardia dello stesso. 

Presenti all’evento e relatori dello stesso il Maggire Dott. Walter Scapin (Comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Savona) il Brigadiere Roberto Laiolo (Gruppo Carabinieri Forestale di Savona), il carabiniere Rudy Biasiolli (Stazione Carabinieri Forestale di Loano); il Dott. Fabrizio Boccardo (Presidente CAMPAL – Coordinamento gruppi Micologici della Liguria, del Piemonte e della Valle d’Aosta) e il Sig. Renato Fantato (Coordinatore GUFIdC – Coordinatore Guardie Venatorie Federazione Italiana della Caccia – Provincia di Savona).

"Il territorio boschivo dell’entroterra ligure è costituito dai boschi e dalle radure, che in gran parte sono di proprietà dei comuni, da eccellenze naturalistiche e bellezze paesaggistiche, da cui tutti, direttamente o indirettamente traiamo beneficio. Sono i territori incontaminati in cui si possono raccogliere funghi ed altri prodotti del sottobosco, fare attività sportive e godere dell’ambiente e del paesaggio. Per quanto riguarda il Comune di Giustenice tutto questo patrimonio confluisce nel Consorzio Agroforestale, consorzio in cui il Comune di Giustenice è socio maggioritario.  Per questo la cura dei boschi, dei sentieri e la loro salvaguardia sono una delle missioni del consorzio stesso. Il consorzio, che non ha fini di lucro, nasce con lo scopo di assicurare la difesa e lo sviluppo del patrimonio fondiario e agroforestale del territorio, compresi tutti i prodotti del bosco e sottobosco (castagne, frutti e fiori spontanei e quant’altro)" commenta il sindaco Mauro Boetto. 

"La Regione Liguria con l’apposita legge, ha disposto l’individuazione degli enti gestori del patrimonio boschivo, i consorzi e le associazioni che regolamentano la raccolta e commercializzazione dei prodotti del sottobosco, gli ambiti di raccolta, i limiti quantitativi della raccolta, la stagione di raccolta, modalità di raccolta e divieti, controlli micologici e regolamentazione, corsi di formazione micologica, requisiti e condizioni per la commercializzazione e autorizzazioni, lavorazione e confezionamento funghi, individuazione del personale di vigilanza e funzioni per il controllo della raccolta e conseguenti sanzioni e sequestri".

"Nel rispetto della normativa vigilano sull’osservanza della legge regionale e delle norme ambientali il Corpo Forestale dello Stato, la Polizia Locale e le Guardie Volontarie Venatorie Ambientali e Federazione Caccia - conclude - Tutti questi organi di controllo possono operare sull’intero territorio comunale e monitorare se le varie attività che i cittadini svolgono sono effettuate nel rispetto delle normative vigenti. Troppo spesso l’uomo si dimentica il rispetto dell’ambiente, e confonde il bosco per una pattumiera. Teniamo a precisare che ogni oggetto gettato a terra, vi resta per mesi e a volte per anni. Simili azioni, molto spesso fatte senza riflettere e sovrapensiero possono generare “multe” molto salate se pizzicati dalle guardie di controllo. Di tutto questo si parlerà nell’incontro, aperto a tutti, che si terrà domani sera a Giustenice". 

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium