/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 11 settembre 2019, 12:30

Il savonese Roberto Bracco insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica per meriti sportivi

Classe 1939, Bracco ha iniziato a praticare la boxe negli anni 50, facendo parte anche della nazionale italiana. Nel 1960 ha sfiorato la convocazione per l'Olimpiade di Roma

Nella foto, Roberto Bracco con il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio

Nella foto, Roberto Bracco con il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio

Un riconoscimento importante ottenuto sia per l'impegno profuso nello sport, in particolare nel mondo della boxe, sia per la dedizione nel campo del volontariato. 

Il savonese Roberto Bracco, già Stella d'Oro del CONI, è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica per meriti sportivi. Riconoscimento consegnato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella su indicazione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. 

Nato a Varazze il 7/12/1939 (ora residente a Roccavignale), Bracco ha iniziato a praticare la boxe negli anni 50, facendo parte anche della nazionale italiana. Nel 1960 ha sfiorato la convocazione per l'Olimpiade di Roma. Vice presidente dell'Associazione Nazionale Azzurri e Atleti Olimpionici d'Italia, Bracco è anche delegato provinciale della Fpi di Savona. Dal 2014, è fiduciario del Coni per il Comune di Millesimo e dell'Alta Val Bormida.

"Si tratta di una grande soddisfazione che voglio condividere con la mia famiglia - spiega alla nostra redazione Roberto Bracco - Solitamente viene assegnata ad imprenditori o medici. Aver ricevuto questa onorificenza, mi fa pensare che qualcosa di buono l'ho fatto anch'io. La boxe molto spesso viene definita pericolosa, ma non è cosi. Nel pugilato non c'è violenza. I bulli restano fuori dal ring. Se preparata bene, può dare parecchi insegnamenti per affrontare la vita di ogni giorno".

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium