/ Attualità

Attualità | 12 settembre 2019, 12:32

Savona, 60mila euro per la pulizia e la messa in sicurezza dei torrenti e rii comunali

Assessore Santi: “Vogliamo limitare al massimo eventuali danni, questi interventi di pulizia radicali soprattutto sul Letimbro sono un modo migliore per cercare di prevenire al meglio eventuali rischi creati dalle forti piogge”

Savona, 60mila euro per la pulizia e la messa in sicurezza dei torrenti e rii comunali

Una pulizia radicale dei torrenti e dei rii di Savona per evitare che si vengano a creare straripamenti dovuti alle forti piogge autunnali. 60mila euro la cifra stanziata dal comune di Savona, grazie anche ai 30mila finanziati dalla Regione Liguria per la messa in sicurezza dei torrenti Letimbro e Lavanestro.

Per quanto riguarda i rii verranno effettuati interventi sul rio Madonna del Monte, Rian, Del Bricco, Termine, Quattro Stagioni, Molinero, Bricco, San Cristoforo e Galletto.

Sul torrente Letimbro, da lunedì 16 settembre, verrà effettuata una rasatura totale della vegetazione dal ponte Bianco dal quartiere di Lavagnola fino alla foce del torrente al mare: “Vogliamo limitare al massimo eventuali danni, questi interventi di pulizia radicali soprattutto sul Letimbro sono un modo migliore per cercare di prevenire al meglio eventuali rischi creati dalle forti piogge” spiega l’assessore ai lavori pubblici Pietro Santi. Nei rii minori dei quartieri di Legino (Quattro Stagioni, Molinero, Del Bricco, San Cristoforo, Galletto) gli interventi verranno svolti con il contratto di servizio con Ata e hanno preso il via da questa mattina, grazie all’autorizzazione della Regione Liguria, per una cifra di circa 27mila euro. Nella zona del’ex della locanda del Santuario, verranno eliminati tutti i detriti a causa dello spazio che si è ridotto per defluire le acque: “In caso di forte piena l’acqua può passare sopra e spazzare via il ponte, su richiesta del comune di Savona interverrà la Provincia” continua Santi.

“L’intervento sui torrenti si concentra sulla vegetazione arborea, verrà tagliato tutto sui 5-6 metri di altezza e nei rii minori avverrà un taglio dei rovi e delle canne per far sì che non avvenga un blocco del flusso delle acque” specifica Danilo Pollero, agronomo e tecnico Ata.

Sul torrente Quiliano, il comune di Savona ha la competenza dalla sponda sinistra dal cimitero fino al vecchio ponte romano e dalla prossima settimana verrà firmata un’ordinanza di pulizia da parte del sindaco Caprioglio.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium