/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 15 settembre 2019, 17:00

Consegnato il premio "Arnasca d'Argento 2019" allo studioso Giusto Giovannetti

Il Premio Gianni Alberti, come ogni anno è stato consegnato all’istituto Agrario di Albenga

Foto di Silvio Fasano

Foto di Silvio Fasano

Si è aperto sabato 14 settembre alle ore 15 con una visita guidata ad alcuni dei bellissimi oliveti estesi su 120 ettari di terrazze liguri, il programma dell’edizione numero 24 dell’Arnasca d’Argento, il prestigioso riconoscimento che fa da fiore all’occhiello all’attività della Cooperativa olivicola di Arnasco, fondata nel 1984, con oltre 300 soci e una produzione di eccellenza di olio extravergine di oliva biologico, una “star” in bottiglia dal gusto delicato ed effetti benefici per la salute.

Quest’anno il tema è stato “Il terroir a garanzia della qualità dell’olio Arnasca” “Siamo ormai a 30 di gestione del territorio dell’Arnasca, un progetto molto importante per la Cooperativa Olivicola di Arnasco e per i suoi soci, abbiamo creduto nell’agricoltura biologica e nella biodiversità nella coltivazione dei nostri oliveti, durante questi anni il nostro credere e la nostra passione ci hanno fatto ottenere un olio unico, che premette a chi lo acquista di conoscere la sua storia, il suo terroir attraverso la tracciabilità di filiera” spiega Luciano Gallizia, fondatore e anima della Cooperativa Olivicola, di cui è presidente da oltre trent’anni

Il programma ha toccato diversi aspetti di un’attività che unisce tradizione e sostenibilità ambientale. Quest’anno il premio è stato consegnato al Dott. Giusto Giovanetti, “premio che ha consolidato anni di collaborazione e amicizia, dato che dal 2004 abbiamo iniziato un percorso che stiamo ancora percorrendo insieme sulla Biodiversità nella coltivazione dell’Ulivo, questo premio ha confermato l’obbiettivo comune sulla ricerca della qualità e della valorizzazione della buona olivicoltura” spiega Luciano Gallizia.

Dopo la visita agli uliveti (a cura di Tommaso Bodini e Gianluca Bico) e il saluto del sindaco di Arnasco, Matteo Mirone, presentazione del libro “I racconti del cavallo a dondolo” del Dott. Pierluigi Bogliorio presidente dell’Associazione Culturale “Gruppo Amici dell’Olivo di Arnasco” ha seguito l’intervento introduttivo del presidente della Cooperativa, Luciano Gallizia, sul tema “30 anni di gestione del territorio dell’Arnasca””, “l’importanza della Biodiversità microbica nella coltivazione dell’Ulivo” del dott. Giusto Giovanetti,“le qualità nutraceutiche dell’olio d’oliva” del dott Vincenzo Longo e a seguire l’intervento del Dott. Alberto Bruno “L’importanza del Biota Microbico Intestinale per le principali patologie emergenti”.

Alle 18 è stata la volta di un altro argomento molto sentito: “I Maxei” dott. Samuele Cama che ha illustrato le tecniche di ripristino, difesa e costruzione di queste formidabili cinte di pietra e complimentandosi con i partecipanti al corso annuale conclusosi proprio sabato 14 settembre.

Il Premio Gianni Alberti, come ogni anno è stato consegnato all’istituto Agrario di Albenga, premiati i ragazzi che hanno esposto il progetto della scuola sull’alternanza scuola lavoro. La serata si è conclusa nell’area Proloco di Arnasco con “L’olio extravergine di oliva nella cucina ligure” in musica sotto le stelle.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium