/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 17 settembre 2019, 11:22

Puc di Albenga approvato dall'Associazione per la rinascita della Valle Bormida

"Crediamo, infatti, che sia giunto il momento di fare scelte strategiche nuove capaci di trascinare l’intera provincia savonese fuori dalle secche paludose dell’obsoleto vecchio modello"

Puc di Albenga approvato dall'Associazione per la rinascita della Valle Bormida

L'associazione per la rinascita della Valle Bormida ha voluto commentare positivamente il Puc di Albenga.

"La nostra Associazione, pur ‘giocando’ apparentemente ‘in trasferta’ perché l’argomento è al di fuori dei territori delle Valli del Bormida, approva nella forma e nella sostanza le argomentazioni del Comitato Territoriale albenganese e del WWF provinciale in merito al PUC 2019 di Albenga. Crediamo, infatti, che sia giunto il momento di fare scelte strategiche nuove - sia in merito agli assetti territoriali che al ‘modello di sviluppo’ - capaci di trascinare l’intera provincia savonese fuori dalle secche paludose dell’obsoleto vecchio modello - ormai completamente decaduto nei fatti, anche se non nella mente di troppi politici locali - industrialista a tutti i costi, ma... con i soldi degli altri (che non esistono probabilmente più). E’ da tempo ormai finita l’epoca del ‘quarto lato del Triangolo industriale’, ed è ora di prenderne atto e di correre ai ripari" spiegano.

"L’intero Savonese ed il suo entroterra sono ormai da troppi anni, infatti, al limite di un processo di incertezza progressiva, costretto tra agricoltura intensiva senza spazio né eccellenza e turismo senza qualità né offerta, e di un artigianato locale trasformato in cenerentola, senza contare le bonifiche incompiute ed i rischi mai affrontati dell’assetto idro-geologico. Per cambiare occorrerebbe finalmente rimboccarsi tutti le maniche, e non più pendere esclusivamente dalla inutile prosopopea di chi ha ridotto il territorio nello stato di forzosa decrescita e di abbandono, nonché di obbligata emigrazione dei nostri giovani. La Salute, l’Ambiente, la Dignità e la formazione dei giovani rimasti, o desiderosi di rientrare, dovrebbero di- ventare, quindi, gli obiettivi primari e l’orizzonte a cui tendere nelle nostre aree geografiche. Non i pesticidi, il ‘mattone’, la continua mortificazione delle aspettative" continuano.

"Il PUC di Albenga, rinnovato secondo le proposte e le analisi critiche che abbiamo sostanzialmente condiviso, ribadiamo, potrebbe rappresentare un momento non solo nuovo sulla Riviera di Ponente, ma una Svolta strategica nell’intera Liguria e nei suoi territori" concludono.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium