/ Economia

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 18 settembre 2019, 07:00

Pecorino: un’eccellenza sarda da primato

I formaggi sono una delle più famose eccellenze della Sardegna, soprattutto quelli pecorini e caprini. Per la loro particolare bontà, oltre che nel nostro Paese, vengono esportati in tutto il mondo che ne apprezza l’alta qualità.

Pecorino: un’eccellenza sarda da primato

L’azienda dei Fratelli Pinna si trova alla terza generazione di produttori di formaggi pecorini e caprini di elevato profilo tanto che, da piccola realtà artigianale fondata nel 1919 da Giommaria e Francesco Pinna, si è sviluppata fino a raggiungere una dimensione industriale che, secondo le più moderne attrezzature, continua a mantenere inalterato lo spirito artigianale dei fondatori dell’azienda.

Ed è proprio grazie all’utilizzo di macchinari che si avvalgono della più moderna tecnologia ma con lo spirito pionieristico di un tempo, i Fratelli Pinna portano avanti la produzione di formaggi realizzati con latte di pecora e latte di capra come è sempre stato fatto dalla famiglia.

L’evoluzione aziendale, resasi necessaria per stare al passo con i tempi ma anche per riuscire a soddisfare una sempre più crescente domanda nazionale ed estera, non ha inficiato minimamente sulla qualità del prodotto che ha mantenuto un alto livello qualitativo.

D’altronde è questo il concetto con il quale i Fratelli Pinna portano avanti la loro azienda: mantenere inalterate le caratteristiche dei formaggi pecorini e caprini che devono rispettare quanto stabilito nel loro disciplinare di famiglia: nessuna variante che possa rappresentare un compromesso tra prodotto e qualità.
Fedeli a questa filosofia risalente ai fondatori dell’azienda, al giorno d’oggi l’eccellenza sarda del pecorino è tutelata in modo inflessibile. Questo, però, non significa che il caseificio non abbia ampliato il suo raggio d’azione, incrementando le tipologie di formaggi da mettere in commercio per aprire anche nuove strade sempre puntando sulla qualità del prodotto.

Grazie all’impegno profuso dai Fratelli Pinna, Thiesi è divenuta una località famosa proprio per la produzione di formaggi pecorini e caprini che vengono apprezzati dai cultori della buona gastronomia.

Un secolo di tradizione casearia dei Fratelli Pinna

La storia della famiglia Pinna nasce agli inizi del secolo scorso, esattamente nel 1919.
Cento anni fa, l’azienda a carattere famigliare dei Fratelli Pinna era solamente una piccola realtà artigianale che produceva forme di formaggio pecorino grazie alla raccolta del latte che veniva portato solamente da pochi pastori della zona.

Se si pensa che al giorno d’oggi quel pugno di pastori di un tempo sono aumentati fino a raggiungere millecinquecento fornitori di latte di pecora e latte di capra, si può ben capire quale sia stata l’evoluzione del livello produttivo dell’azienda dei Fratelli Pinna.

Ed è proprio questo un punto di forza del caseificio: la qualità del latte che viene quotidianamente portato in azienda da fornitori che arrivano da ogni parte della Sardegna. Latte di qualità dove la tracciabilità dello stesso e la certificazione consequenziale, rappresenta il vero valore aggiunto dell’azienda Fratelli Pinna che punta a mantenere inalterata la qualità della materia prima occorrente per la produzione di formaggi pecorini e formaggi caprini. Questo lo si deve alle moderne soluzioni tecnologiche che seguono il percorso del latte sin dal primo momento.

Grazie ai dati computerizzati e il controllo meticoloso degli stessi, anche il cliente finale può sapere da dove proviene il latte di pecora o di capra che è stato utilizzato per produrre il formaggio che sta degustando.
Alcuni dei più noti prodotti dei Fratelli Pigna portano nomi come Il Brigante, il Capretto, il Regno di Sardegna e il saporito Capra Sarda e sono tutti contraddistinti dallo slogan usato che recita: "Dal 1919 gli stessi ingredienti: latte, caglio, sale e amore per la Sardegna".

L’azienda dei Fratelli Pinna fa parte del Consorzio di Tutela del Pecorino Sardo, proprio nella qualità della loro storia e della filosofia che mantiene inalterato il concetto di qualità. La selezione per essere membri del Consorzio è alquanto severa e si compone di una serie di dinamiche che include la specifica della provenienza delle materie prime (che devono essere ovviamente solo sarde), nonché la metodologia che si segue per produrre il celebre pecorino sardo.

Ancor più severi sono i criteri che colpiscono quelle aziende che vengono trovate inadempienti del disciplinare da parte del Consorzio che è un marchio di garanzia del pecorino sardo e del formaggio caprino.
Tutto questo per assicurare al consumatore la qualità del formaggio che deve meritare di appartenere al Consorzio.



Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium