/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 18 settembre 2019, 16:34

L'Infermiere di Famiglia arriva in Val Bormida: un progetto pilota per Murialdo, Giusvalla, Bormida e Piana Crixia (FOTO e VIDEO)

La presentazione presso la sede ASL del Distretto Sanitario delle Bormide a Carcare. Presenti il commissario straordinario Alisa Locatelli, il commissario straordinario Asl 2 Cavagnaro e il consigliere regionale Ardenti

L'Infermiere di Famiglia arriva in Val Bormida: un progetto pilota per Murialdo, Giusvalla, Bormida e Piana Crixia (FOTO e VIDEO)

Nel pomeriggio odierno presso la sede del Distretto Sanitario delle Bormide a Carcare, l'Asl 2 ha presentato il progetto “Infermiere di Famiglia e Comunità”, già attivo da lunedì 16 settembre. All'incontro hanno preso parte Paolo Cavagnaro, commissario straordinario Asl 2 e Walter Locatelli, commissario straordinario Alisa. 

Il progetto attivato in modalità sperimentale su quattro zone (Piana Crixia, Bormida, Murialdo e Giusvalla) vuole prevenire i bisogni di salute dell’utente preso in carico, evitare ricoveri inappropriati, favorire la de-ospedalizzazione, presidiare l’efficacia dei percorsi terapeutico-assistenziali, supportare la famiglia e migliorare la qualità di vita della persona nel suo contesto quotidiano.

I destinatari sono con età ≥75 anni che necessitano di prosecuzione dell’assistenza post dimissione, accompagnamento alle cure, interventi di educazione terapeutica e monitoraggio infermieristico.

Il sistema è basato su alcuni concetti portanti, tra i quali: la prossimità con la persona e il suo ambito di riferimento sociale e la forte interazione con i medici di medicina generale e tutte le altre figure coinvolgibili nella presa in carico. Le prestazioni, svolte a livello domiciliare, comprendono valutazioni mirate dei bisogni, per arginare o prevenire la fragilità, programmazione e attuazione di interventi di cura personalizzati e promozione di interventi educativi al fine di rafforzare l’aderenza terapeutica, l’adesione a stili di vita sani e ai trattamenti di cura.

L’Infermiere di Famiglia e Comunità è una figura professionale innovativa che opera in stretta collaborazione con molteplici professionisti impegnati nel percorso assistenziale, in particolare MMG, operatori del Distretto Sanitario (infermieri, fisioterapisti, assistenti sociali, ecc), Associazioni di volontariato e Medici Specialisti.

L'intervento del consigliere regionale Paolo Ardenti, presente alla presentazione del progetto: 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium