/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 22 settembre 2019, 14:44

Battesimo piovoso, battesimo fortunato: finalmente Alassio ha i suoi "Giardini Mario Berrino" (FOTOgallery)

E ovviamente l'area verde non poteva sorgere che davanti al Caffé Roma, locale simbolo di un'epoca d'oro fatta di grandi artisti

Battesimo piovoso, battesimo fortunato: finalmente Alassio ha i suoi "Giardini Mario Berrino" (FOTOgallery)

La delibera della Giunta Enzo Canepa del 2017 stabiliva la dedica a Mario Berrino, ideatore del famoso nel mondo "Muretto di Alassio", della sua Miss e di tante iniziative turistiche che hanno fatto conoscere internazionalmente Alassio, dei giardini situati dirimpetto al Caffè Roma, nell'area dove una volta scorreva l'inizio di via Cavour che dalla via Aurelia di fronte alla Stazione portava al mare.

Lì, a Ferragosto, facevano da padrone le belle turiste ospiti di Alassio che indossavano la divisa di vigili urbani per quelle poche ore dedicate alla "Gran Cagnara".

Mario Berrino... già...Uno dei quattro non dell'Ave Maria, bensì del favoloso Caffè Roma. Con lui gli altri tre fratelli: Angelo, Giorgio e Adriano. ciascuno con il proprio compito e rispettivamente il primo amministratore, il secondo direttore del night e del Roof e il terzo chef pasticcere.

A Mario invece il compito dell'inventare dalle cose più originali, come il Muretto, alla più banale (che però è rimasta nei ricordi, menzionata recentemente in televisione) come il barattolo con l"Aria di Alassio".   

Molta gente è intervenuta di fronte al Caffè Roma, ora diligentemente ed elegantemente gestita da Massimo Ferrara: c'era Antonio Ricci con la voce del Gabibbo Lorenzo Beccati, tanti amici di Mario. Persino un rappresentante dell'"Associazione Amici di Mario Berrino" con sede ad Ispra, Davide Pagani e Michele Arpaia, venuto da Milano che ha fondato l'Associazione Andrea G. Pinketts, lo scrittore giallista mancato recentemente, che amava Alassio, amico di Mario Berrino e famiglia, sempre presente in giurìa a Miss Muretto.

La cerimonia, svoltasi velocemente per via dell'incombente pioggia, è iniziata con il discorso del vicesindaco Angelo Galtieri che ha lodato l'emerito primo cittadino Enzo Canepa per aver promosso nel 2017 l'iniziativa di dedicare a Mario i giardini. Accanto ai due esponenti cittadini, le tre figlie Angela, Luisella e Marina con la loro mamma e sposa di Mario Rosalba.

Ha seguito a ricordarlo il prof. Andrea Gallea, quindi scoprimento della targa e fotografia insieme anche alla giovane generazione di Mario Berrino, cioè i nipoti Francesco, Giulia e Mario. Il rinfresco a seguire non poteva svolgersi che al Caffè Roma.

Fotoservizio di Silvio Fasano

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium