/ Attualità

Attualità | 22 settembre 2019, 08:30

Stella, vento e pioggia cancellano la fiaccolata ma non il corteo in ricordo del Presidente della Repubblica Sandro Pertini (FOTO)

A tre giorni dal 122° compleanno, Stella ha ricordato il Presidente più amato dagli italiani. Suonato l'Inno di Mameli e Bella Ciao ma non l'Internazionale, una consuetudine, tra lo stupore generale.

Stella, vento e pioggia cancellano la fiaccolata ma non il corteo in ricordo del Presidente della Repubblica Sandro Pertini (FOTO)

Grande commozione, momenti di ricordo, tutti uniti per ricordare il Presidente della Repubblica più amato dagli Italiani.

I più piccoli sono incuriositi cercando di capire chi fosse la persona più amata nata a Stella e i genitori raccontano le vicende di un grande uomo che ha fatto la storia italiana, gli anziani commossi tendono i vessilli in segno di saluto e rispetto.

Ieri sera a Stella si è celebrato il 122° anniversario della nascita di Sandro Pertini che nacque a Stella San Giovanni il 25 settembre del 1896, partigiano durante la Seconda Guerra Mondiale, fu uno degli esponenti del Partito Socialista Italiano e si oppose strenuamente al fascismo, dal 1978 al 1985 fu il settimo Presidente della Repubblica italiana.

Purtroppo però la tradizionale fiaccolata è stata annullata a causa del forte vento e della pioggia così come la sosta dalla tomba del Presidente, confermando così solo il corteo dal comune alla casa natale di Pertini dove la banda musicale "G. Puccini" di Cairo ha suonato l'inno di Mameli e "Bella Ciao", ma non l'Internazionale, una consuetudine, tra lo stupore generale.

Al corteo erano presenti il Prefetto, il Questore Giannina Roatta, i sindaci di Celle Caterina Mordeglia, di Albisola Maurizio Garbarini e Quiliano Nicola Isetta, le numerose sezioni ANPI, anche da fuori regione, la sezione ANED di Savona e i rappresentanti di tutte le forze armate.

Alla casa natale la presidente dell'Associazione Elisabetta Favetta e il sindaco di Stella Marina Lombardi ha effettuato un breve discorso e una giovane nelle vesti del "sindaco dei ragazzi" ha letto a tutti una comunicazione di inizio anno scolastico indirizzata da Pertini alle scuole negli anni della presidenza.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium