/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 01 ottobre 2019, 19:03

Arriva il maltempo nel savonese: allerta gialla per temporali

Dalla mezzanotte alle 14 di domani, mercoledì 2 ottobre. Le previsioni meteo di Arpal

Arriva il maltempo nel savonese: allerta gialla per temporali

In attesa dell'avvio dell'allerta gialla per temporali sulle zone B, C, D, E fissata per la mezzanotte, il quadro meteo di oggi, martedì 1 ottobre, in Liguria ha visto nuvolosità diffusa sul centro Ponente, mentre a Levante c'è stato spazio per qualche schiarita. Si sono avute anche deboli precipitazioni a cavallo tra le province di Genova e Savona (cumulata massima 3.4 millimetri a Lerca).

I venti si sono disposti dai quadranti meridionali, fino a moderati mentre il mare, alla boa di Capo Mele, è risultato tra mosso e poco mosso con temperatura dell'acqua che ha toccato i 23 gradi.

Per quanto riguarda le temperature massime primeggia lo spezzino con i 29 gradi di Castelnuovo Magra. Nell'imperiese spiccano i 27.9 di Rocchetta Nervina, nel genovese i 25.9 di Genova Centro Funzionale, nel savonese i 25.4 di Albenga Isolabella. Nella notte minime di 6.4 a Pratomollo (Genova), 7.1 a Calizzano (Savona), 7.7 a Colle di Nava (Imperia).

Queste le temperature massime registrate nelle stazioni di riferimento delle città capoluogo di provincia: Genova Centro Funzionale 26.9, Savona Istituto Nautico 24.2, Imperia Osservatorio Meteo Sismico 22.6 e La Spezia 24.8. 

La Protezione Civile Regionale ha, quindi, diffuso l’allerta meteo gialla per temporali, emanata da Arpal e che interesserà tutta la regione tranne l’estremo ponente. Dunque, allerta sulle zone B, C, D, E dalle 00.00 alle 14.00 di domani mercoledì 2 ottobre.

La nuvolosità che questa mattina è aumentata su gran parte della Liguria anticipa l’arrivo di un fronte dalla Francia che, fin dalle prime ore della notte provocherà precipitazioni diffuse in estensione da Ponente verso Levante. Saranno possibili anche rovesci e temporali forti, più probabili sul centro e sul Levante della regione. Dalle ore centrali di domani, mercoledì 2 ottobre, i fenomeni si attenueranno gradualmente a partire da Ponente.

Ecco l’avviso meteorologico di oggi, con i fenomeni previsti e la loro localizzazione:

Oggi, martedì 1 ottobre: dal mattino piogge sparse sul centro-Levante (zone BCDE) di intensità debole o al più moderata; venti in rinforzo da Sud, Sud-Ovest con raffiche 50-60 km/h la sera sui crinali di BDE.

Domani, mercoledì 2 ottobre: l'arrivo di un fronte dalla Francia porta dalle prime ore della notte piogge diffuse in estensione da Ponente verso Levante di intensità anche moderata su BCE, dove le cumulate raggiungeranno valori significativi. Le piogge saranno accompagnate da rovesci e temporali forti, la cui probabilità sarà alta su BCE e parte orientale di D. Precipitazioni in esaurimento a partire da Ponente dalle ore centrali. Segnaliamo al mattino raffiche di vento da Sud, Sud-Ovest attorno ai 50-60km/h sui crinali e sui capi di A; mare molto mosso da pomeriggio su C.

Dopodomani, giovedì 3 ottobre: dalle prime ore della notte venti da Nord in rinforzo su BCDE e su parte orientale di A fino a 50-60km/h con raffiche fino ad 80-100km/h sui crinali ed allo sbocco delle valli esposte;attenuazione dei venti dalle ore centrali.

Ricordiamo che i temporali forti sono caratterizzati da precipitazione localmente intensa o molto intensa, tipicamente originata da sistemi convettivi di ridotta estensione spaziale (celle convettive) che si sviluppano in un arco di tempo limitato, spesso di durata inferiore all’ora. I temporali organizzati sono sistemi di celle convettive che formano strutture precipitative più estese o durature del tipico temporale. Tipicamente i temporali sono accompagnati da fulminazioni, talvolta possono essere associati a grandinate e isolate raffiche di vento, più raramente da trombe d’aria. Tali fenomeni possono determinare criticità idrologiche per temporali gialle sui bacini piccoli e medi.

Ricordiamo anche la suddivisione in zone del territorio regionale:

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa; B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno; C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla; D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida; E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium