/ Agricoltura

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Agricoltura | 03 ottobre 2019, 09:10

La Liguria arriva a Roma a tutta… agri-birra!

La birra agricola dell’entroterra savonese all’EurHop! Roma Beer Festival – Il Salone Internazionale della Birra Artigianale 2019 (Salone delle Fontane all’Eur, 4-5-6 ottobre)

La Liguria arriva a Roma a tutta… agri-birra!

Weekend all’insegna della birra artigianale di qualità con l’appuntamento che ogni anno richiama nella Capitale circa 100 produttori italiani e internazionali: tra i birrifici selezionati non manca quest’anno la Liguria con la Fabbrica della Birra di Busalla, ma soprattutto con la birra a km0 del Birrificio Altavia di Sassello (SV).

È quanto afferma Coldiretti Liguria nel sottolineare che le birre agricole “Doc” stanno rivoluzionando l’offerta sul mercato italiano, dove nel 2018, il consumo di birra ha superato per la prima volta i 20 milioni di ettolitri, conquistando oltre la metà dei consumatori. È importante quindi che tra i migliori birrifici italiani ed internazionali che parteciperanno alla sesta edizione del Roma Beer Festival, sia stato invitato Giorgio Masio, mastro birraio del birrificio agricolo Altavia, recentemente premiato sul podio dei migliori birrai emergenti italiani e membro tra i soci fondatori del Consorzio della birra artigianale Made in Italy, primo consorzio italiano che ha come scopo la valorizzazione della filiera produttiva locale, creando un rapporto più solido tra la bevanda artigianale e le materie prime, tra i piccoli produttori di birra ed i coltivatori di orzo, luppolo e altre materie prime complementari.

Le nostre birre partono dai semi, – commenta Giorgio Masio del Birrificio Altavia – nel senso che è dal luppolo, cereali e dall’allevamento di api per la produzione di miele, che ricaviamo gli ingredienti necessari per realizzare birre che si basano principalmente sulla bassa fermentazione per sfruttare al meglio l'ottima acqua dei nostri monti. Con le birre che produciamo vogliamo far conoscere e valorizzare l’Entroterra di Savona e la sua agricoltura, dove un tempo questo genere di coltivazioni cerealicole erano maggiormente presenti. L’ obiettivo che abbiamo è concorde con il Consorzio nazionale, nato appunto per promuovere e tutelare le birre artigianali italiane e per puntare sul valore che riveste soprattutto quella da filiera agricola italiana, interamente a km0”.

“A rivoluzionare il settore della birra – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa -  è la domanda del consumatore, che è diventata, negli anni, sempre più raffinata e consapevole, con una maggiore attenzione per l’origine delle materie prime, la qualità e il legame che ha con il territorio. Ed è per questo che grandi potenzialità hanno i birrifici agricoli come quello dei ragazzi di Savona, aziende agricole che, a monte della produzione di birra artigianale, prevedono la coltivazione delle materie prime necessarie, dall’orzo fino al luppolo. Questo Festival di fama internazionale è una vetrina importante non solo per l’azienda partecipante, ma per l’intero territorio ligure dal momento che è un’ulteriore conferma delle potenzialità del settore agricolo locale anche su nuovi mercati e produzioni”. 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium