/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 04 ottobre 2019, 12:26

Balneari. Battelli: "Studio Università Genova conferma mie battaglie, sì a gare e stop a privilegi"

Per il deputato serve "una riforma strutturale importante" per stare al passo con il settore balneare europeo

Balneari. Battelli: "Studio Università Genova conferma mie battaglie, sì a gare e stop a privilegi"

"Accolgo con grande piacere l'analisi condotta da Gabriele Cardullo e Maurizio Conti, del Dipartimento di Economia dell'Università di Genova, sulle concessioni balneari. Non fa che confermare la mia idea sulla necessità di gare ad evidenza pubblica e concessioni limitate nel tempo. Insomma una riforma strutturale importante in grado di correggere storture, privilegi riportando equità, competenza, meritocrazia, professionalità, progresso e ponendo il settore balneare italiano in linea con quello europeo senza svalutare ma, anzi, valorizzando le specificità proprie del nostro territorio". È quanto scrive, in una nota, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera, il ligure Sergio Battelli del M5S. 

"Non ne ho mai fatto una questione 'semantica', Bolkestein sì o Bolkestein no, e neanche di lotta senza quartiere a quelle famiglie che gestiscono da generazioni, e spesso con enormi sacrifici, le nostre spiagge. Il mio è sempre stato un discorso di merito e di giustizia: le spiagge sono di tutti e tutti devono poterne fruire liberamente, senza essere costretti 'a pagare il biglietto' per avere un posto in prima fila. Liberare le spiagge, in Liguria ad esempio, quelle davvero libere sono quasi inesisistenti, significa dire basta alle proroghe infinite delle concessioni e ai canoni irrisori per alcuni e troppo costosi per altri. Significa dire basta ai privilegi e sì alla libertà e alla giustizia" conclude Battelli. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium