/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 05 ottobre 2019, 09:55

Operazione “Alto Impatto”: in manette 2 persone, 19 denunciati ed oltre 1 chilo di sostanze stupefacenti ritirate

Controlli dei carabinieri estesi da Albenga a Finale nel pomeriggio di ieri per contrastare degrado, spaccio ed uso di droghe

Operazione “Alto Impatto”: in manette 2 persone, 19 denunciati ed oltre 1 chilo di sostanze stupefacenti ritirate

E' di 2 arrestati, 19 denunciati, 15 perquisizioni ed il ritiro di oltre 1 kg di sostanze stupefacenti il bilancio dell'operazione di controllo del territorio "Alto Impatto" eseguita ieri pomeriggio dalla Compagnia Carabinieri di Albenga volta a contrastare il crimine diffuso, il degrado urbano, lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti.

Alle pattuglie ordinarie distribuite sul territorio per il servizio di pronto intervento “112” sono state affiancate altre 8 pattuglie ed una squadra di unità cinofile del Nucleo Carabinieri Cinofili di Villanova d’Albenga, oltre all’elicottero “Fiamma”, con specifiche funzioni cosiddette di “C3” (Comando, Controllo e Coordinamento) oltre che di monitoraggio e videoripresa del territorio, rilevazione a mezzo di termocamera per i controlli delle zone più difficilmente raggiungibili da terra ed eventuale targeting di sospetti in fuga.

Le tre unità cinofile hanno fornito supporto ai dispositivi di controllo organizzati ad Albenga, presidiandone i principali assi viari, punti di snodo e giardini pubblici, curando in particolar modo, in orario serale, gli esercizi pubblici recentemente segnalati per presenza di persone sospette.

I controlli, effettuati anche con personale in borghese, hanno consentito ai carabinieri ingauni di arrestare una trentaseienne pregiudicata di Erli (SV), già segnalta più volte per alcuni furti, rea di aver più volte violato le prescrizioni connesse al proprio regime di affidamento in prova ai servizi sociali.

In manette anche un loanese di 45 anni, condannato lo scorso 27 settembre dal Tribunale di Savona a 4 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio commessi ad Albenga e Loano.

Denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria 20 persone, di cui 10 stranieri, per reati contro il patrimonio, in materia di armi, droga ed in violazione della legislazione speciale.

I controlli e le 15 perquisizioni eseguite su 178 persone con il supporto di due cani antidroga e di uno per la ricerca di armi, hanno portato al sequestro di 1 kg di di marijuana, alcune dosi tra cocaina ed hashish e 1 coltello a serramanico, con il deferimento dei rispettivi possessori. 

Revocata la patente di guida ad un cittadino marocchino, sorpreso alla guida di un mezzo sottoposto a fermo amministrativo, con conseguente multa.

Controllati giardini e parchi pubblici ed alcune strutture abbandonate solitamente occupate, fino alla sorveglianza all’imbrunire di tutte le zone segnalate quotidianamente dalla cittadinanza alla Stazione di Albenga come viale Pontelungo, Via Cascione, Viale Dalmazia, Viale 8 Marzo, Lungo Centa Dante Alighieri, Lungo Centa Trento, via del Roggetto, Piazza Berlinguer, Piazza Europa ed infine via Isonzo con i suoi giardini circostanti il vicino supermercato. Lente d’ingrandimento è stata posta inoltre su alcuni esercizi etnici su viale Pontelungo e nella zona di via del Roggetto.

Importanti sono stati anche i controlli operati da personale in borghese nel centro storico, così come nei giardini pubblici. Segnalati infine alla Prefettura alcuni ragazzi rintracciati presso i giardini pubblici, trovati in possesso con modiche quantità di hashish per uso personale, alcuni dei quali intenti a consumarle.

I controlli a tappeto hanno interessato anche i restanti comuni rivieraschi sotto la competenza della Compagnia Carabinieri ingauna, ossia Ceriale, Borghetto, Loano, Pietra e Finale Ligurecon altre 6 persone denunciate.

Deferite all’Autorità Giudiziaria un cittadino straniero per detenzione di droga ai fini di spaccio, 8 persone (5 italiani e 3 stranieri) per aver violato obblighi o divieti di ordini imposti dalla magistratura o dall’Autorità di Pubblica Sicurezza; 6 persone (4 italiani e 2 stranieri) per la commissione di reati contro il patrimonio, 4 persone (tutte straniere) per danneggiamento ed invasione di terreni o edifici ed infine un italiano per porto abusivo di coltello a serramanico.

In particolare i Carabinieri della Stazione di Borghetto S. Spirito al termine di un blitz presso un’abitazione di Borghetto S. Spirito hanno sequestrato 5 piante di circa un metro di lunghezza di marijuana trovandone poi 64 grammi già essiccata, il materiale per la pesatura ed il confezionamento in dosi per lo spaccio ed infine 530 euro, ritenuto il guadagno della vendita della droga. Il proprietario del “laboratorio domestico”, un 42enne originario della Costa Rica, dovrà rispondere dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio.

La Sezione Radiomobile di Albenga ha invece fermato e denunciato un pregiudicato di Napoli a bordo di una Fiat 500 rubata nell'imperiese lo scorso 19 settembre. Il posto di blocco organizzato in Piazza del Popolo non ha consentito al conducente del veicolo di poter evitare il controllo. L’autovettura è stata poi restituita al legittimo proprietario precipitatosi presso la caserma dei Carabinieri ingauni, mentre il pregiudicato è stato deferito all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium