/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 06 ottobre 2019, 15:24

Giornata in memoria di Norma Cossetto e delle donne vittime di violenza. Berrino favorevole alla proposta di FdI

L'assessore regionale: "Non si può non pensare a tutte le donne trucidate dopo la guerra"

Giornata in memoria di Norma Cossetto e delle donne vittime di violenza. Berrino favorevole alla proposta di FdI

Sono totalmente favorevole all'iniziativa voluta dal mio partito, Fratelli d'Italia, affinché il 5 ottobre diventi la 'Giornata Nazionale della memoria e del sacrificio di Norma Cossetto e di tutte le donne vittime di violenza' e mi auguro che questa data venga al più presto istituita".

L'assessore regionale Gianni Berrino esprime il suo consenso in merito all'impegno preso in questi giorni da Giorgia Meloni, con l'ausilio del 'Comitato 10 febbraio' nato per il ricordo delle vittime delle foibe, per istituire una data nazionale che ricordi le donne vittime della violenza partigiana durante e dopo la seconda guerra mondiale.

"Norma Cossetto è il simbolo delle donne barbaramente violentate e uccise dai partigiani comunisti che, secondo lo storico Giampaolo Pansa, contando anche quelle trucidate dopo il 25 aprile 1945 sono state ben 2.365. Essendo ligure – sottolinea Berrino - non posso non pensare, ad esempio, alle 71 donne barbaramente trucidate a Genova, alla strage di Alassio, alle uccisioni della moglie, della figlia e della domestica di Domingo Biamonti a Legino, alle tre sorelle Turchi con la madre a Lavagnola e a Clotilde Biestra a Loano. E naturalmente non posso non pensare alla povera Giuseppina Ghersi violentata, umiliata e uccisa a soli 13 anni la cui lapide a Savona è stata recentemente oggetto di vandalismo da parte di chi, evidentemente, coltiva ancora il seme dell'odio e dell'ignoranza”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium