/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 06 ottobre 2019, 15:10

Patto per Varazze a 360° contro l'amministrazione Bozzano: "Nessuna risposta ai cittadini in 4 mesi"

Diversi i temi sui quali la minoranza si è concentrata additando il lavoro della maggioranza varazzina

Patto per Varazze a 360° contro l'amministrazione Bozzano: "Nessuna risposta ai cittadini in 4 mesi"

Piazza Dante, il bilancio, i 9 anni dall'alluvione e l'autovelox. Il gruppo consiliare di minoranza "Patto per Varazze" non le manda a dire all'amministrazione Bozzano .

"Sono passati 4 mesi dalle elezioni, un terzo di anno. Nel prossimo consiglio comunale di lunedi si discuterà del bilancio e di altre cose che rientrano in una normale gestione amministrativa del Comune. Ma che ne è delle dichiarazioni elettorali di una pianificazione che dia, nel medio periodo, risposte e speranze alle istanze dei cittadini e degli operatori economici?" dice la minoranza varazzina.

"Piazza Dante è stata finalmente inaugurata con un ritardo di un anno sulle previsioni. Se per un opera del valore di un milione di euro circa si è accumulato un anno di ritardo, per opere di 6 milioni di euro quanti anni ci vorranno a vederle terminate? Sono veramente strategiche queste opere per futuro della comunità ? Le risposte potrebbero essere date dal varo del Piano Urbanistico Comunale (non pervenuto in questo primo quadrimestre) potrebbero essere date da un Piano Urbano del Traffico (di cui non ne abbiamo visto evidenza alcuna). Si dirà si ma ci sono delle emergenze maggiori da affrontare come i conti pubblici alla luce della prossima chiusura della discarica tanto auspicata da tutti i candidati e quindi da tutti i cittadini".

"Ed allora si pensa anche di fare cassa con un autovelox sulla Aurelia bis. Bene condividiamo è fondamentale, non solo per la cassa ma per la sicurezza. Peccato che la strada non sia comunale quindi l’autovelox non è ancora in funzione. Ma queste strade statali che attraversano il nostro Comune possiamo pensare di farle nostre? Lo avevamo detto e ribadito: prima di pensare a grandi opere cerchiamo di far funzionare quello che abbiamo. Tante altre viabilità non sono nostre e quindi questo giustifica che, purtroppo, la strada per Casanova, nel tratto prima di Borgo San Pietro, nella zona dei “rifugi” sia ancora da completare e per giunta priva di protezione a valle. La strada non è comunale ma le persone che l’attraversano sono concittadini! Anche la strada del Pero è una provinciale, un ponte attraversa la frazione in centro della stessa e questo è privo di marciapiedi. La strada è provinciale ma chi attraversa il ponte sono concittadini" continuano.

"Ieri era una triste ricorrenza quella della alluvione del 2010 e stiamo andando verso la stagione peggiore per le pioggie. La pulizia degli arbusti nell’alveo è stata fatta ma è una prevenzione sufficiente? Il letto del fiume all’altezza del Parasio pare essersi alzato per i depositi ghiaiosi c’è un adeguato piano di verifica in tal senso? Vorremmo partecipare costruttivamente a discussioni di tali argomenti invece che annichilirsi su incontri per modifiche statutarie che forse sono utili ma non indispensabili" conclude "Patto per Varazze".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium