/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 14 ottobre 2019, 14:03

Controlli dei carabinieri di Alassio nel fine settimana. Il bilancio delle operazioni ad ampio raggio

Il bilancio ha visto 200 persone identificate, 160 mezzi controllati, 10 patenti ritirate e 5 mezzi senza assicurazione sequestrati

Controlli dei carabinieri di Alassio nel fine settimana. Il bilancio delle operazioni ad ampio raggio

E' proseguito nel fine settimana appena trascorso il servizio straordinario di controllo del territorio a largo raggio che ha interessato tutta la giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Alassio, con un massiccio dispiegamento di uomini e mezzi, a cui hanno partecipato attivamente, in tutte le varie fasi operative, i Carabinieri del nucleo cinofili di Villanova d’Albenga e del 15 Nec, che hanno cooperato in stretta sinergia con i reparti territoriali.

L’attività di controllo ha interessato i parchi pubblici, le stazioni ferroviarie, luoghi di abituale bivacco zone periferiche e adiacenti alle scuole, oltre ad alcuni esercizi pubblici e le vie del centro di Alassio, Andora, Laigueglia.
La radiomobile di Alassio, in collaborazione con le stazioni di Alassio, Andora e Laigueglia, ha messo in atto posti di controllo negli orari di maggior flusso veicolare e nei punti nevralgici del territorio, allo scopo di garantire la sicurezza stradale agli utenti della strada e per dissuadere, con l’evidente visibilità dei dispositivi in circuito, eventuali condotte pericolose dei mezzi circolanti.

Il bilancio ha visto 200 persone identificate, 160 mezzi controllati, 10 patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza alcolica, con patente sospesa e pericolosa in centro abitato, 5 mezzi sequestrati dalla radiomobile per guida senza copertura assicurativa; inoltre la stazione di Cisano Sul Neva ha denunciato una donna del posto sorpresa alla guida di un mezzo sottoposto a sequestro amministrativo, sequestrandole nuovamente l’auto. 

Intervento sempre della radiomobile ad Andora, dove sono state denunciate due persone visibilmente ubriache per ingiuria e resistenza a pubblico ufficiale, dopo che gli uomini dell'Arma erano intervenuti per disturbo in un locale pubblico.

Tre cittadini, di cui due marocchini ed un pregiudicato italiano, agitati e che non volevano pagare il biglietto, sono stati segnalati dai controllori del bus di linea. Presi in consegna dai Carabinieri della radiomobile, i tre sono stati denunciati per minaccia a incaricato di pubblico servizio e per non aver ottemperato all’ordine, emesso dal Questore di Torino, di lasciare il territorio dello stato italiano.

Un cittadino marocchino, invece, sabato scorso è stato denunciato dalla stazione di Alassio per aver truffato un anziano alassino, alla guida della sua auto, utilizzando la “truffa dello specchietto”. La scena è stata notata da un giovane Carabiniere della Stazione di Alassio, fuori servizio, che ha subito chiamato i colleghi della stazione che hanno poi proceduto alla denuncia.

Nel medesimo contesto operativo sono state tratte in arresto tre persone. Una, di cittadinanza marocchina, a cura della stazione di Villanova d’Albenga che ha reso esecutiva la misura degli arresti domiciliari per reati di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, mentre gli altri due sono stati resi esecutivi dalla stazione di Alassio.

Il presidio di controllo del territorio, a cura delle stazioni dipendenti della stazione di Alassio, aliquota radiomobile, nucleo operativo e nucleo cinofili, continua ad essere garantito con il pattugliamento esterno, pattuglie a piedi per il budello e in occasione di eventi popolari, e dispiegato in ogni zona sensibile e di interesse operativo.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium