/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 14 ottobre 2019, 17:35

Regione, Gruppo Pd: "Alisa, premi di risultato triplicati rispetto a quelli assegnati nelle altre Asl"

"Buoni pasto più ‘pesanti’ per i dipendenti e un numero molto alto di dirigenti. Alisa si sta rivelando solo una fonte di costo: in tre anni ha commesso un errore dopo l’altro"

Regione, Gruppo Pd: "Alisa, premi di risultato triplicati rispetto a quelli assegnati nelle altre Asl"

Nota ufficiale del Gruppo Pd in Regione su Alisa, azinenda sanitaria ligure:

"Premi di risultato ai dirigenti tre volte superiori (circa 30 mila euro) a quelli assegnati nelle altre Aziende sanitarie liguri, buoni pasto dal valore quasi doppio (7 euro contro 4) rispetto a quelli distribuiti ai dipendenti delle altre Asl e un numero di dirigenti sproporzionato: 46 su 175 dipendenti, per un rapporto di un direttore ogni 3,8 addetti.

È ciò che, come raccontano i dati diffusi dal sindacato Fials, accade in Alisa, la sesta Azienda sanitaria ligure inventata dalla Giunta Toti per razionalizzare il sistema e diventata, nel giro di poco tempo, una fonte di spesa aggiuntiva per la sanità della nostra Regione, senza alcun beneficio tangibile. Anzi, a tre anni dalla sua nascita Alisa non ne ha imbroccata una, inanellando un errore dopo l’altro. Esempi lampanti di questo fallimento sono il bando per la privatizzazione degli ospedali del savonese bocciato dal Tar e la gara andata deserta per il nosocomio degli Erzelli. Inoltre non c’è un parametro della sanità ligure che torni: dai tempi d’attesa per le visite diventati ormai insostenibili, alle fughe sanitarie che hanno raggiunto cifre record. Anche l’obiettivo del pareggio di bilancio, che secondo le promesse fatte a inizio mandato da Toti, doveva essere raggiunto entro il 2020, è miseramente fallito visto che il deficit sanitario resta lo stesso del 2014, nonostante questa maggioranza abbia alzato le tasse ai liguri e, nel contempo, abbia ricevuto maggiori introiti dal Governo.

Adesso, dopo la notizia dei premi di risultato triplicati, dei buoni pasto più alti e del numero sproporzionato di dirigenti, ce n’è a sufficienza per constatare il totale fallimento di Alisa e in particolare della sua direzione". 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium