/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 15 ottobre 2019, 16:42

Piano Cava della Regione: il gruppo "Progetto Altra Zuccarello" non ci sta e abbandona la sala consiliare

"Progetto Altra Zuccarello": "Stiamo condannando i nostri piccoli zuccarellesi a un futuro in un ambiente martoriato e inquinato"

Piano Cava della Regione: il gruppo "Progetto Altra Zuccarello" non ci sta e abbandona la sala consiliare

Non c'è pace... tra le cave. Parafrasando un celebre titolo, si potrebbe così riassumere il punto sulla situazione delle cave presentato dal gruppo consiliare "Progetto Altra Zuccarello".

Scrivono i consiglieri: "Martedì 1 ottobre l’amministrazione comunale di Zuccarello ha ritenuto corretto dare PARERE FAVOREVOLE al nuovo Piano Cava (PTRAC) proposto dalla Regione Liguria. Noi consiglieri di “Progetto Altra Zuccarello” nonostante le argomentazioni a favore del NO ci siamo sentiti costretti ad abbandonare l’aula consiliare ANCHE per sottolineare in maniera decisa e responsabile la contrarietà a questa scelta scellerata.

Nulla è valso ricordare ai nostri amministratori quanto impegno e stato messo in atto da cittadine e cittadini, dalla Pro Loco e dall’Amministrazione di allora, nel 1991 e poi nel 2003, quando con il Piano Cava ci fu sottoposto il progetto prima di ampliamento poi l'apertura di una cava a cratere su Monte Arena.

Questa volta invece in tutta fretta (nonostante la Regione avesse prorogato il Parere al 30 ottobre) il Sindaco e i consiglieri di maggioranza hanno ritenuto sufficiente la loro intelligenza per decidere sulle sorti di tutti noi. Hanno rifiutato qualunque suggerimento che venisse da cittadini, associazioni, tecnici, esperti da chiunque si sentisse di portare anche solo un piccolo contributo di idee per sviluppare un PARERE CONDIVISO.

Ci è stato ricordato, anche con una certa arroganza, che sono state e saranno le urne a dire chi aveva ragione.

Noi pensiamo che sarà il tempo a dire chi avrà ragione, anche se per noi sarà triste scoprire che eravamo dalla parte giusta.

Così come tutti quei piccoli zuccarellesi che domani, ignari delle scelte anche dei loro genitori, si troveranno a convivere con un ambiente martoriato, inquinato e senza quella visione di futuro che oggi le nuove generazioni ci chiedono di sviluppare.

GRAZIE! Un vero esempio di amministrazione per pochi, quando in realtà il ruolo vi obbligherebbe invece a rispondere del bene pubblico.

Sicuramente vi verrà raccontato dagli amministratori quanto questa scelta sia stata oculata e giusta e quanto invece sia pretestuoso il ruolo di “Progetto Altra Zuccarello” sull’argomento, ebbene noi vi invitiamo a leggere gli atti e se hanno così la coscienza a posto siamo disposti ad un confronto pubblico sull’argomento quando e dove vogliono.

Basterebbe chiedere come vengono investiti i proventi delle Cave - circa 200.000,00 euro all’anno - e se vengono ridistribuiti nel benessere dei cittadini e del borgo.

Ebbene per stessa ammissione del Sindaco “servono per far funzionare la macchina amministrativa” CAPITO? Per pagare stipendi, bollette, consulenze e gestori vari. Quindi compromettiamo l’ambiente e la salute dei cittadini per vantare di essere Comune, un po’ poco secondo noi di “Progetto Altra Zuccarello” viste le croniche lacune nel campo dell’offerta turistica, quindi commerciale e sulla mancanza di un vero progetto per il futuro.

Questo nuovo Piano Cava a breve (aspettavano solo il Parere del nostro Comune) passerà al vaglio del Consiglio Regionale. La sua approvazione è stata ritenuta urgente perché va approvato prima della fine del mandato... chissà perché ci chiediamo, sarà forse che su questi argomenti si fanno le fortune di pochi?

Vogliamo ricordare che fra 20 anni, allo scadere di questo nuovo Piano Cava, i cittadini e il territorio “festeggeranno” quasi UN SECOLO di convivenza con il mondo delle estrazioni (gli anziani ricorderanno le Cave di Pietrin e di Moreno e prima ancora i “vari assaggi”).

Noi di “Progetto Altra Zuccarello” e crediamo insieme a tante cittadine e cittadini diciamo BASTA!"

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium