/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 15 ottobre 2019, 09:01

Cinghiali a Spotorno, l'Enpa attacca: "Le soluzioni adottate dalla Regione sono inutili"

"La colpa è dei cacciatori. Bisogna costringerli ad effettuare periodiche e frequenti battute incruente, solo con cani al guinzaglio, per spingere ogni volta i cinghiali verso monte"

Cinghiali a Spotorno, l'Enpa attacca: "Le soluzioni adottate dalla Regione sono inutili"

La Protezione Animali savonese risponde ai cittadini di Spotorno che lamentano le incursioni di cinghiali nel centro abitato e chiedono provvedimenti che però rispettino gli animali.

"Nelle scorse settimane la Regione Liguria aveva posizionato una gabbia vicino al campo sportivo, dove è stato catturato un cinghiale adulto, del quale non si è riusciti a sapere la sorte, ovvero se è stato ucciso sul posto o, ancora peggio, immesso in un campo di addestramento per cani da cinghiali" spiegano dall'Enpa. 

"In ambedue i casi e poiché i cinghiali sono ritornati, è dimostrato che la feroce soluzione adottata dalla Regione Liguria è inutile ed è l’ora di ascoltare l’Enpa; che da tempo predica inascoltata che occorre costringere i cacciatori –  è solo loro la colpa della situazione, poiché negli anni 80 hanno liberato nei boschi cinghiali e caprioli al fine di farli crescere numericamente e poterli poi cacciare – attraverso gli Ambiti di Caccia, ad effettuare periodiche e frequenti battute incruente, solo con cani da cinghiale a guinzaglio, per spingere ogni volta i cinghiali verso monte, finché non capiranno che la zona è per loro pericolosa" concludono dall'Enpa. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium