/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 16 ottobre 2019, 12:49

Savona, con l’associazione "A Campanassa" una conversazione sulla creatività della mano: incontro con il professore Flammia

L'appuntamento è fissato per sabato 19 ottobre, alle ore 18.30 presso la sala dell’Anziania della Torre del Brandale

Savona, con l’associazione "A Campanassa" una conversazione sulla creatività della mano: incontro con il professore Flammia

Nell’ambito degli eventi per celebrare il 95° anniversario dalla fondazione, l’Associazione A Campanassa, sabato 19 ottobre 2019 alle ore 18,30 nella Sala dell’Anziania della Torre del Brandale di Savona, presenta il Prof. Ezio Flammia (pittore, scultore, scenografo, restauratore, Maestro della Cartapesta, Storico dell’Arte della Cartapesta) in un incontro sul tema: “Carta e Cartapesta - Una conversazione sulla creatività della mano (pensando a Renzo Mantero)”. 

Ezio Flammia ha studiato presso l’Istituto e il Magistero d’arte di Napoli “Filippo Palizzi”. Si è diplomato in pittura decorativa con il massimo dei voti. Nella stessa città ha frequentato l’Accademia di Belle Arti (scenografia). Ha iniziato l’attività espositiva a 16 anni (1954). Ha partecipato a 130 esposizioni, alcune di livello internazionale in cui ha ottenuto segnalazioni, premi, recensioni su quotidiani e riviste d’arte. Ha collaborato con il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma per seminari riguardanti il teatro della Commedia dell’Arte e della maschera. Per lo stesso Museo ha restaurato importanti opere di cartapesta: Giglio di Nola dei primi del ‘900, 2 modelli di gigli di Nola, il Candeliere di Nulvi, 2 Frontali di candeliere, N.7 grandi diorami. Un’opera di cartapesta del Settecento napoletano, da lui restaurata, è stata esposta a Milano presso il Museo Diocesano alla mostra La scultura in cartapesta Sansovino, Bernini e i maestri leccesi tra tecnica e artificio. Ha diretto numerosi laboratori per lo studio e la realizzazione di maschere, burattini, marionette, marottes ed elementi scenici, promossi dal Comune di Roma, Provincia e Regione Lazio, tra cui: Continente infanzia presso il Palazzo dei Congressi (Roma 1979) e Piatti da leggere, storie da mangiare presso il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari (Roma 1992). E’ stato grafico satirico della pagina di Ostia del quotidiano “Paese Sera” (1970/72).

E’ Autore di: Maschere di stoffa, di ferro - mito, materia ragione. Roma 1995 Storia dell’Arte della cartapesta – la tecnica universale, Roma 2011 Fare cartapesta e scultura di stoffa, Roma 2014

Storia dell’arte della cartapesta (introduzione di Claudio Strinati), Roma 2017, che  è stata presentata in TV-Rai1.

Ha redatto le introduzioni: Catalogo di “G. Boldini (1822-1898) testimone d’arte e di valori”, Roma (2006); Catalogo di “Totò der italienische Prinz des Lachens”, mostra presso il Museo Valentin-Karlstadt-Musäum di Monaco di Baviera (2010); Catalogo della mostra RicartapestiAmo. Nola (2018); Libro di Giorgio Cossu “La signora della cartapesta, l’effimero a Matera (2019)

Sue opere fanno parte delle Collezioni dei musei: Museo Histórico Nacional di Santiago del Cile; Museu do Cinema di Lisbona; Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma; Museo d’arte delle generazioni italiane del ‘900 “G. Bargellini”di Pieve di Cento; Museo d’arte moderna e dell’informazione di Senigallia; Galleria d’arte moderna “S. Sciortino”di Monreale; Fondazione “G. Boldini”di Mogliano Veneto; Museo della Fondazione “Casa di Dante in Abruzzo” di Torre de' Passeri; Museo Storico Archeologico di Nola.

Tra i premi più importanti ottenuti:

1° Premio del “Conseil Mondial de la Paix”, Vienna – 1967; Premio Internazionale alla carriera per le Arti, La Plejade 1996, conferito in Montecitorio - Parlamento italiano, Camera dei Deputati (Sala del Cenacolo); Premio Mnemosine 2004 della Galleria d’arte “Il Tempo Ritrovato”- Roma.

L’evento è organizzato con il patrocinio del Comune di Savona, della Banca BCC Pianfei e Rocca de’ Baldi, la Camera di Commercio Riviera di Liguria, l’Unione Industriali della Provincia di Savona, la Fondazione De Mari, la Consulta Ligure e la Fondazione Savonese per gli Studi sulla Mano.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium