/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2019, 12:44

"I bambini non si toccano", è rottura tra gli organizzatori: le mamme boicottano l'evento

Continua a far discutere la manifestazione in programma a Pietra Ligure il 18 ottobre: a causare la spaccatura una strumentalizzazione politica dell'appuntamento non gradita dalle madri coinvolte

"I bambini non si toccano", è rottura tra gli organizzatori: le mamme boicottano l'evento

A pochi giorni dalla manifestazione "I bambini non si toccano", promossa dal movimento Più Italia e da un gruppo di mamme "ingiustamente private dei loro figli" (così la descrizione sulla locandina dell'evento ndr), è rottura tra gli organizzatori.

Le madri che hanno collaborato all'iniziativa, infatti, hanno deciso di staccarsi dal movimento Più Italia: secondo le dirette interessate, l'evento sarebbe oggetto di una strumentalizzazione politica assolutamente non gradita dalle donne che pertanto hanno deciso di boicottare l'appuntamento.

Come già noto da qualche tempo, venerdì 18 ottobre a Pietra Ligure (alle ore 18.00 in Piazza Vecchia) si svolgerà un evento che sin dal suo annuncio ha  fatto discutere a causa di una tematica delicata quale la sottrazione illecita di minori: argomento tristemente legato all'ormai noto caso Bibbiano, località in provincia di Reggio Emilia, al centro di un'inchiesta che da tempo sta occupando le pagine della cronaca nazionale. 

Proprio l'accostamento di Pietra Ligure ad una vicenda simile a quella del paese emiliano, aveva provocato una presa di posizione piuttosto netta da parte del sindaco pietrese Luigi De Vincenzi che, attraverso una comunicazione ufficiale, aveva dichiarato: "L'amministrazione comunale, al fine di tutelare l'immagine del paese, del Comune e degli operatori, si riserva di dare mandato ai propri legali di avviare le azioni opportune nelle competenti sedi nei confronti di chi abbia associato il nome di Pietra Ligure ad altri fatti verificatisi in altri luoghi e di chi abbia utilizzato tale collegamento improprio a fini strumentali, siano essi privati, associazioni o media".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium