/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2019, 14:10

La Mongolia non è poi così lontana: Plodio stringe un 'patto di amicizia' con il distretto di Khan Khongor (FOTO)

Dopo il passaggio in Consiglio comunale, domenica scorsa l'intesa è stata sancita nella sala consiliare con la visita di Nyamaa Lkhagvajav, presidente dell'associazione Mongolia-Italia

La Mongolia non è poi così lontana: Plodio stringe un 'patto di amicizia' con il distretto di Khan Khongor (FOTO)

Un patto di amicizia tra il Comune di Plodio e il distretto di Khan Khongor, situato in Mongolia. Dopo la delibera portata in Consiglio comunale nel mese di settembre, domenica scorsa il patto è stato sancito nella sala consiliare plodiese con la visita di Nyamaa Lkhagvajav, presidente dell'associazione Mongolia-Italia (laureata in ingegneria. Attualmente sta studiando a Perugia per conseguire una seconda laurea). All'incontro erano presenti l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Gabriele Badano e la scrittrice residente a Plodio Angela Ruffino, promotrice dell'iniziativa. 

"Nel corso di un viaggio in Mongolia - spiega il sindaco di Plodio Gabriele Badano - Angela è rimasta coinvolta in un incidente stradale. Il fuoristrada su cui viaggiava insieme ad altre persone, si è cappottato. Rimasta ferita gravemente, è stata portata nell'ospedale coreano della capitale Ulan Bator, dove nonostante si trovasse lontano da casa e in un paese straniero, ha trovato medici e persone disponibili ad aiutarla. Una delle poche persone che parlava italiano era proprio Nyamaa. Tornata in Italia, malgrado la brutta esperienza, è rimasta affezionata alla Mongolia. Da qui è nato il percorso che ci ha portato a questo patto di amicizia, tramite ovviamente la signora Nyamaa". 

Tale patto ripercorre a grandi linee quello firmato lo scorso mese di aprile dal Comune di Roccavignale con la città palestinese di Beit Ula. L'obiettivo è quello di intensificare i rapporti interculturali e sociali, con constante riferimento ad un'azione comune per la pace, la solidarietà, le relazioni, l'incontro fra i cittadini e la conoscenza delle rispettive culture tradizionali culturali e turistiche.

"Si tratta di una cosa inedita e sono contento che sia stata proposta da Angela. Una persona dall'umanità eccezionale - conclude il primo cittadino - Condividere questi valori e aver conosciuto una signora come Nyamaa mi rende particolarmente felice". 

"Sono molto contenta di questo patto di amicizia - spiega Angela Ruffino - la Mongolia è una paese pacifico con una cultura molto interessante. Lo Sciamanesimo mi è piaciuto moltissimo. Il viaggio fatto nel 2016 mi ha fatto tornare alla mia infanzia, quando i bimbi venivano guardati e accuditi anche dagli anziani e dai vicini di casa. E' stata una bellissima esperienza. Non rinnego nemmeno l'incidente che mi ha consentito di conoscere tante belle persone, tra cui la mia amica Nyamaa. Al termine di questo viaggio, ho scritto il libro "I tre amuleti della Sciamana" che sta andando molto bene. A breve uscirà anche un volume fotografico sempre sulla Mongolia". 

"Ho conosciuto Angela quando era in ospedale. Serviva una interprete e hanno chiamato me. Da li è nata una bella amicizia che abbiamo tenuto viva anche dopo la sua partenza. Lo scorso anno quando sono venuta in Italia, ci siamo incontrate ed è nata questa idea del patto di amicizia - conclude Nyamaa Lkhagvajav - Come associazione Mongolia-Italia promuoviamo scambi culturali. Un sogno nel cassetto? Magari organizzare in futuro un incontro online tra Plodio e il distretto di Khan Khongor". 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium