/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 18 ottobre 2019, 17:26

Operaio perde la vita 7 mesi dopo l’incidente sul lavoro: condannato ad un anno il titolare della ditta

Michele Macciardi, 53 anni, era caduto da 10 metri mentre smontava un ponteggio a Carcare, perdendo la vita 7 mesi dopo. Il datore di lavoro era stato cosi indagato per omicidio colposo

Operaio perde la vita 7 mesi dopo l’incidente sul lavoro: condannato ad un anno il titolare della ditta

È stato condannato dal giudice Emilio Fois in Tribunale a Savona ad un anno di reclusione, Ignazio Pagano, titolare della ditta nella quale lavorava Michele Macciardi, che all’età di 53 aveva perso la vita sette mesi dopo il tragico incidente del 23 gennaio del 2015.

Macciardi, era precipitato dall’altezza di dieci metri mentre era intento a smontare un ponteggio allestito all’interno di un cortile di una casa a Carcare. Le suo condizioni erano subito parse disperate e dopo il trasporto all’ospedale Santa Corona di Pietra, fu sottoposto ad un intervento chirurgico, ma i danni cerebrali furono gravissimi. Rimase in coma fino a quando non sopraggiunse la morte a La Spezia a causa di una sepsi sette mesi dopo. Dopo un lungo processo per omicidio colposo questa mattina è arrivata la sentenza che coinvolge il datore di lavoro accusato dal Pm di piena responsabilità per omessa vigilanza sul preposto.

“Il Pimus (documento obbligatorio in tutti i cantieri in cui sia necessario l’uso di un ponteggio) - spiega il Pubblico Ministero che aveva chiesto due anni di reclusione - non si può che constatare come sia scadente, un atto formale, generico e confuso. È presente nel pimus una squadra di lavoro che non era presente il giorno dell'incidente e si sofferma sullo smontaggio del primo e secondo piano dell'impalcato. La fase di smontaggio doveva essere effettuata sotto controllo di preposti formalmente incaricati e formati”.

L’avvocato della difesa Marco Genta ha annunciato che farà ricorso in appello, attendendo le motivazioni della sentenza.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium