/ Finalese

Finalese | 18 ottobre 2019, 07:44

Al via l’anno accademico 2019/20 dell’Università del Golfo dell’Isola

Inaugurazione presso la Sala Consiliare del Comune di Noli venerdì 18 ottobre alle ore 17. Partecipazione libera e gratuita

Al via l’anno accademico 2019/20 dell’Università del Golfo dell’Isola

Siamo giunti all’inaugurazione dell’Università del Golfo nel pieno della sua identità: il progetto culturale quest’anno coinvolge tutti i Comuni del Comprensorio valorizzando nel pieno il significato e l’importanza del Golfo dell’Isola.

La programmazione si presenta, come sempre, interessante ed eterogenea e auspichiamo di confermare ancora una volta la validità dell’iniziativa che ha coinvolto tanti cittadini con la partecipazione alle lezioni, alle conferenze e ai convegni. Oltre ai corsi, alcuni dei quali nuovi, i Comuni di Bergeggi, Noli, Spotorno e Vezzi Portio organizzeranno convegni ed incontri culturali aperti a tutti al fine di creare interesse e dibattiti su argomenti di attualità.

Nel pieno spirito comprensoriale infatti sono stati programmati appuntamenti itineranti come Cineforum e incontri di pubblica utilità con i medici del territorio.

Inoltre con questa edizione è stato instaurato un rapporto di amicizia con un progetto culturale simile ma collocato in un altro territorio: l'Università del Mondolè che coinvolge ben 5 Comuni: Villanova di Mondovì, Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Pianfei e Roccaforte Mondovì.

Analogamente all'Università del Golfo, il progetto culturale piemontese si pone com target il coinvolgimento dei cittadini e la formazione di adulti e ragazzi su temi che variano dall’agricoltura alla scrittura, allo sport, dalla salute al web, dalla lettura alla natura. Questo rapporto di amicizia sfocerà, nel corso dell'anno accademico 2019/2020, in un incontro reciproco con un approfondimento culturale ed esperenziale che metterà a confronto due territori differenti. Non dimentichiamo infine che il focus dell'Università del Golfo va inteso come volontà di rendere protagonista un'esperienza che valorizzi le potenziali ricchezze del volontariato, attivando risorse organizzative ed umane significative, rivolgendosi ai cittadini di ogni fascia di età, promuovendo la formazione e il dialogo intergenerazionale con una crescita civile e culturale generalizzata.

"Un grazie sincero, quindi, ai dipendenti degli uffici comunali, ai volontari, ai docenti, alle varie associazioni culturali-sociali-sportive, ai diversi enti, alle scuole che ospitano i corsi e per ultimi, non certo per importanza, agli iscritti - spiegano gli organizzatori - Ci occorrono entusiasmo, confronto, suggerimenti e consigli: siamo a Vostra disposizione".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium