/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 21 ottobre 2019, 11:29

Allerta meteo e chiusure "a singhiozzo" a Spotorno, la minoranza: "Allerta minimizzata"

In una lettera il consigliere Massimo Spiga esprime i propri dubbi verso l'apertura di alcuni edifici scolastici

Allerta meteo e chiusure "a singhiozzo" a Spotorno, la minoranza: "Allerta minimizzata"

Una decisione alquanto insolita quella presa nella giornata di ieri a seguito dell'emanazione dell'allerta arancione, e successivamente rossa, da parte del sindaco di Spotorno Mattia Fiorini, il quale ha stabilito con la sua ordinanza la chiusura solo di alcuni edifici scolastici, quelli non ritenuti "a rischio".

Una presa di posizione che ha sollevato più di qualche dubbio e perplessità nella cittadinanza, espressa anche via social, di cui si fa portavoce il consigliere Massimo Spiga:

"Egregio Signor Sindaco. Quali consiglieri del comune di Spotorno, restiamo sempre allibiti, per come Lei gestisce le situazioni di allerta meteo.

Nel particolare, non è la prima volta che con l'allerta rossa, decide, sotto la propria responsabilità, di tenere aperte le scuole, e gli uffici pubblici. A nostro parere, non dovrebbe essere la discrezionalità di un Sindaco la scelta di non chiudere i plessi pubblici, per noi  dovrebbe essere un obbligo di legge, soprattutto con allerta rossa. Anche altri comuni in passato avevano fatto la scelta di lasciare le scuole aperte con allerta rossa. Ieri, eravamo l'unico comune ad aver emesso ordinanza di chiusura solo per alcuni plessi scolastici

Detto questo, nel particolare di questa giornata, la comunità di Spotorno, deve sempre correre i rischi connessi con la sfida alla fortuna. Se la bomba d'acqua delle 04.15 di questa notte fosse avvenuta tra le ore 07.30 e le ore 08.00 , dove i genitori, gli insegnati, i bidelli, e non per ultimi, ma i più a rischio, i bambini dell'asilo comunale e i ragazzi delle scuole medie fossero stati nel tragitto casa scuola avrebbero avuto seri problemi a raggiungere i plessi scolastici che Lei ha ritenuto, incomprensibilmente, di tenere aperti.

Non basta ritenere che i plessi, siano in zona non esondabile, per tenerli aperti.
Le rammentiamo, se l'avesse dimenticato, che la Protezione Civile emette le allerte per avvisare i cittadini che vi può essere pericolo per cose e persone, e più alta è l'allerta più alto è il pericolo".

Non solo l'apertura, per così dire, a singhiozzo delle scuole ha sollevato qualche critica: "Non comprendiamo per quale motivo emetta ordinanze sindacali per far rimuovere le automobili da alcuni siti, e poi non si preoccupi e derida via social chi Le rammenta l'ansia di dover raggiungere la scuola media, con l'allerta rossa. Si riguardi la situazione di Genova, quando l'allora sindaco Marta Vincenzi sottovalutò il rischio e lasciò le scuole aperte: per andare a prendere i propri figli, purtroppo, la comunità pianse dei morti.

Non possiamo sempre sperare che essendo Spotorno al confine tra la zona rossa e quella arancione, la burrasca debba sempre fare danni altrove. Questa notte, poi, il curioso modo di pulire i fiumi del territorio, lasciando sul letto degli stessi le canne ed arbusti tagliati, ha di fatto quasi ostruito il ponte sul rio Canin, già ridotto di luce per la presenza della tubazione fognaria, dove vi sono alcune abitazioni di cittadini che notte tempo, sotto l'acqua, hanno, come lo scorso anno, vigilato e rimosso parte del materiale, che poi, questa mattina, malgrado l'allerta rossa, Lei ha autorizzato, a far rimuovere. Forse sarebbe stato più saggio evitare che il materiale si accumulasse in un punto conosciuto come a rischio".

Conclude il consigliere: "Ci pare, che la Sua presunzione di conoscenza dei fenomeni naturali sia troppo ostentata rispetto al rischio che possono correre i Suoi concittadini. Lei, primo cittadino, dovrebbe appunto essere il primo a pensare alla pubblica incolumità di ragazzi, bambini, operatori e semplici cittadini, i quali vedendo Lei minimizzare l'allerta, si sentono meno in pericolo. Sperando vada sempre tutto bene. Evitiamolo per il futuro".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium