/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 23 ottobre 2019, 12:55

13esima edizione per la "Kronostagione" ad Albenga: Perché "il teatro porta bene"!

L'appello del sindaco Tomatis: "Kronoteatro tiene viva la cultura in un'epoca storica nella quale fare cultura è diventato quasi un demerito"

13esima edizione per la "Kronostagione" ad Albenga: Perché "il teatro porta bene"!

Giunge alla sua tredicesima edizione la "Kronostagione", rassegna teatrale dell'associazione culturale albenganese Kronoteatro. 13, un numero decisamente particolare: secondo i luoghi del mondo può portare fortuna o sfortuna. E gli organizzatori, con una locandina decisamente provocatoria, secondo la loro tradizione, ironizzano su questa ambivalenza, piazzando come immagine corna e simboli scaramantici, ma anche scegliendo uno sfondo tutto viola, colore da sempre "inviso" nel mondo del teatro.

Il calendario degli spettacoli si protrarrà da novembre fino a maggio 2020. Le prevendite sono aperte dal 26 ottobre, tutte le informazioni disponibili per gli abbonamenti e i singoli spettacoli sono fruibili sul sito kronoteatro.it e sulle pagine Facebook e Instagram dell'Associazione.

I curatori della stagione teatrale sottolineano ancora una volta l'accessibilità dei prezzi, per rendere la cultura alla portata di tutti.

E proprio sul tema della "cultura per tutti", nella presentazione odierna del calendario degli appuntamenti in cartellone, il sindaco Riccardo Tomatis ha colto l'occasione anche per togliersi qualche "sassolino dalla scarpa" a livello politico.

Commenta Tomatis: "Una realtà come Kronoteatro è preziosa perché lavora duro per promuovere la cultura in un'epoca storica in cui si fa anticultura, nel senso che disporre di un solido bagaglio culturale sembra addirittura diventato un demerito agli occhi di troppe persone, basti pensare al fenomeno degli antivaccinisti".

Prosegue Tomatis: "Nel momento in cui il possessore di una delle più alte cariche dello Stato si fa fotografare in mutande, tra le cubiste, per far passare il segnale 'io sono come voi', reputo che si tratti di un messaggio profondamente sbagliato. Personalmente vorrei che chi mi governa fosse migliore di me".

Tomatis e il vicesindaco ed assessore alla Cultura Alberto Passino sottolineano entrambi il valore ed il ritorno di immagine che una associazione come Kronoteatro ha saputo conquistare in questi 13 anni a livello nazionale, concludendo: "Non sta a noi dirlo, bastano i numerosi premi e riconoscimenti conquistati nel tempo ad attestarlo".

Passino, inoltre, sottolinea l'impegno condotto da Kronoteatro non solo nell'allestire ogni anno una ricca stagione teatrale di spessore e di qualità, ma nel portare veramente il teatro nella vita di tutti, grazie all'allestimento di corsi e laboratori. Quest'anno le proposte sul tema (già annunciate da Savonanews, leggi QUI) sono due: una dal simpatico e provocatorio titolo di "Desbelinati!", rivolta agli adulti di qualsiasi età (il titolo è proprio un invito a uscire dalla routine quotidiana e mettersi in gioco in una esperienza nuova); l'altra, per ragazzi dai 9 ai 13 anni di età, si chiama "Facciamo finta che..."; un'occasione per scoprire il mondo del teatro fin da piccoli.

Tornando alla Kronostagione, anche quest'anno gli appuntamenti si divideranno tra il Teatro Ambra e lo "Spazio Bruno". A tal proposito, gli organizzatori esprimono il loro ringraziamento all'amministrazione comunale e al Liceo "Giordano Bruno" di Albenga per avere trovato una formula che consentisse anche quest'anno di fruire di questi spazi, ottimali per la rassegna. E per gli appuntamenti serali ricordiamo anche il "dopoteatro": un momento di grande convivialità nel quale il pubblico e la compagnia teatrale cenano tutti insieme, scambiandosi commenti, pareri e impressioni. Il teatro veramente vissuto in ogni attimo, insomma.

Concludiamo con questa videointervista a Tommaso Bianco, di Kronoteatro, con una carrellata tra i 13 anni già trascorsi e i progetti futuri:

Concludiamo con gli appuntamenti:

Anche quest’anno sono previsti due focus su un artista, ognuno dei quali caratterizzato da due spettacoli - a distanza di una settimana - e un laboratorio gratuito rivolto alla cittadinanza (20-21/12 a cura di Fanny & Alexander; 30/03 - 02/04 a cura della compagnia Menoventi).

Per quanto riguarda la stagione serale, il primo appuntamento sarà sabato 30 novembre 2019, alle ore 21, “Sangue del mio sangue”, di Kronoteatro, scritto da Riccardo Spagnulo, liberamente tratto da “Io, Pierre Riviére, avendo sgozzato mia madre, mia sorella e mio fratello…”, che prova a sradicare questo fatto di sangue dai cardini della Storia e farlo vivere ancora in una cifra sospesa vicina al nostro oggi. Lo spettacolo sarà replicato domenica 1 dicembre, alle ore 16.30. A dicembre ci sarà il primo focus della stagione con Chiara Lagani di Fanny & Alexander: sabato 14, alle ore 21, Da parte loro nessuna domanda imbarazzante, tratto dalla tetralogia L’amica geniale, di Elena Ferrante. Sabato 21 dicembre, I libri di Oz, il recital che porta lo spettatore a percorrere idealmente lo spirito del ciclo dei libri di Oz. Tra i due spettacoli, venerdì 20 dicembre 2019 ore 15-18.30 e sabato 21 ore 10-12.30; ad Albenga in Via E. D'Aste 6 (ex biblioteca civica), il laboratorio gratuito a numero chiusoL’altro mondo”, un laboratorio drammaturgico condotto da Chiara Lagani, fondatrice della compagnia Fanny & Alexander. Sabato 25 gennaio andrà in scena Overload, di Sotterraneo, premio UBU spettacolo dell’anno 2018, un lavoro che focalizza le contraddizioni del presente. Sabato 8 febbraio, ore 21, Quintetto, di Marco Chenevier, spettacolo vincitore del Be Festival - Birmingham 2015, che indaga il significato del numero 5, a cui gli uomini hanno attribuito significati trascendentali fin dalla notte dei tempi. Sabato 29 febbraio torneranno adAlbenga I sacchi di sabbia, con Andromaca, creato insieme a Massimiliano Civica, uno spettacolo che, partendo da un classico dell’antichità, esplora i confini tra il comico e il tragico. Sabato 14 marzo 2020, ore 21, Io lavoro per la morte, di Monstera. Un personale dialogo con la madre non più in vita ma presente, un lessico familiare divertente e dissacrante che gioca a declinare un tabù dei nostri tempi: la morte. Sabato 28 marzo inizierà il secondo focus della stagione, con la compagnia Menoventi. Alle ore 21 andrà in scena Docile, in cui la storia della protagonista si tinge di coincidenze dal sapore fantastico e grottesco. Sabato 4 aprile, alle ore 21, Invisibilmente, spettacolo dove due malcapitati, oppressi da un forte controllo, devono affrontare uno strano scherzo del destino. Tra i due lavori, da lunedì 30 marzo a giovedì 2 aprile, dalle ore 15 alle ore 19 - Ex Biblioteca Civica - Via E.D’Aste, 6, Gianni Farina, dei Menoventi, terrà un laboratorio per attori gratuito a numero chiuso, “Karawane”. Sabato 18 aprile 2020, andrà in scena Macbeth banquet del Teatro invito, tratto da Shakespeare, un banchetto “casalingo” per un assassinio perpetrato tutto in famiglia. L’ultimo appuntamento della Kronostagione sarà sabato 16 maggio, con Santa Rita and the spiders from mars, di Marco Cavalcoli - Fanny & Alexander, un reading tra Paolo Poli e David Bowie, due talenti del teatro musicale o della musica teatrale che si prestano ad esser visitati attraverso una lettura binaria di alcuni dei loro testi.

Per quel che riguarda, invece, la stagione dedicata al pubblico più giovane, si inizierà giovedì 21 novembre 2019, alle 10, al Teatro Ambra, dove andrà in scena Rosaspina de Il Teatro del Piccione, una versione dolce e visionaria della Bella Addormentata. Giovedì 12 marzo, ore 10, ci sarà Cattivini, di Kosmocomico Teatro, un cabaret concerto, un omaggio alla monelleria, quella vitale pulsione infantile che tutti conosciamo. Venerdì 17 aprile, Compagnia Burambò porterà in scena Il fiore azzurro, un viaggio attraverso la storia del popolo tzigano, attraverso l’accettazione del diverso, l’amicizia e il superamento delle avversità della vita. Infine, giovedì 14 maggio, Zuppa di sasso di Tanti così progetti, che propone ai bambini una riflessione sull’importanza della condivisione e sulla valenza degli alimenti con uno stile ironico e leggero.

Con questa stagione, Kronoteatro è entrato a far parte di PERFORMING +, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, che ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti non profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Info, prenotazioni e vendita biglietti e abbonamenti:

Kronoteatro - Ex Biblioteca Civica, Via E. D’Aste, 6 Albenga

0182_630369 / 380_3895473 / info@kronoteatro.it / www.kronostagione.it.

Facebook - Kronostagione Terreni Creativi Albenga

#kronostagione13 #toccaferro #kronoteatro #kronoteatroportabene

Campagna abbonamenti biglietteria aperta martedì e sabato dalle ore 16 alle 19.

Prenotazione singoli spettacoli via telefono o mail.

Nei giorni di spettacolo apertura botteghino Spazio Bruno ore 20.00.

Posto unico € 16 / Studenti under 26 € 13 / Teatro ragazzi al mattino € 5

ABBONAMENTI A 11 SPETTACOLI SERALI: Intero € 110 / Ridotto € 88 (under 26, convenzionati e over 65) / Abbonamento sostenitore Kronoteatro € 150. 

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium