/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 29 ottobre 2019, 18:10

Varazze in lutto per la scomparsa di Giuseppe Campioli

Se n'è andato a 89 anni "Giuse", l'ultimo operatore del Cinema Verdi

Varazze in lutto per la scomparsa di Giuseppe Campioli

Se n'è andato a 89 anni, Giuseppe Campioli (Giuse), l'ultimo operatore del Cinema Verdi di Varazze, portandosi dietro una vita di ricordi e di episodi legati ad un mestiere affascinante, ma non privo di pericoli, come raccontava spesso agli amici.

Uno di questi riguarda il 1944, allorché, durante la proiezione del film "L'incendio di Chicago", e proprio nel cuore del dramma che vedeva i protagonisti Tyrone Power e Alice Faye che si abbracciavano, finalmente riunitisi e salvi alla fine della catastrofe, dalla finestrella del locale di proiezione cominciò a fuoriuscire del fumo, purtroppo non facente parte degli allora inesistenti "effetti speciali". Stava prendendo fuoco la pellicola, e Campioli riuscì a spegnerlo in tempo, con coraggio e sangue freddo, mentre gli spettatori furono fatti uscire precipitosamente, evitando per fortuna quel che successe al povero operatore del film “Cinema Paradiso” ... .

"Qualche giorno dopo", spiegava Giuse, "entrò in cabina un soldato tedesco che mi mostrò un pezzo di pellicola, invitandomi a dargli fuoco. Io gli risposi se era da matto a farmi fare quel gesto e proprio in quel posto. Ma lui, sorridente e deciso, mi costrinse quasi a forza ed io accesi un cerino a quel pezzo di pellicola, che non prese fuoco, ma si accartocciò semplicemente. I tedeschi avevano appena inventato la pellicola che non temeva il fuoco, ma si accartocciava senza alcuna seria conseguenza. Ed io rimasi a bocca aperta."

Ricordi di un tempo passato, quando il Cinema era il divertimento principe per gente semplice che, specialmente alla domenica, non mancava di riempire la sala del Verdi, rumorosa a plaudente ai film "arrivano i nostri", o alla "Corona di ferro", nel fumo denso di sigari e sigarette che allora erano permessi e che a volte contribuivano a "colorare" le scene agghiaccianti dei film polizieschi.

Sentite condoglianze ai familiari e addio a Giuseppe Campioli, dopo la scomparsa del Cinema Verdi, diventato garage, può darsi che qualche altra Sala ti aspetti per altri, meravigliosi film da proiettare sullo schermo del Cielo.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium