/ Attualità

Attualità | 04 novembre 2019, 12:20

La stagione fredda pronta ad entrare nel vivo, da oggi via alla campagna antinfluenzale della ASL2 savonese

Verranno distribuiti 56 mila vaccini tra i vari distretti della provincia. Saranno due i principali ceppi. Interessate la popolazione "over 65" e le fasce più deboli o esposte al rischio contagio

La stagione fredda pronta ad entrare nel vivo, da oggi via alla campagna antinfluenzale della ASL2 savonese

“Vaccinarsi è semplice. Dai, fallo anche tu!” è il nome della campagna di vaccinazione antinfluenzale che oggi, lunedì 4 novembre, prende il via presso la ASL2 savonese. Con l'arrivo della stagione invernale ormai alle porte, il sistema sanitario regionale è pronto ad erogare nella nostra provincia circa 56 mila vaccini presso i vari presidi sparsi sul territorio savonese.

La campagna di sensibilizzazione si rivolge nello specifico alle persone che hanno superato i 64 anni, ai pazienti più deboli, ossia coloro che patiscono di malattie croniche come diabete, malattie immunitarie, cardiovascolari o respiratorie, agli operatori a costante contatto con pazienti a più alto rischio di acquisizione o trasmissione dell'iinfezione, ed alle donne in gravidanza. Questi soggetti potranno prenotare telefonicamente presso i vari distretti: Savonese (tel. 019.840 5901, dal lunedì al venerdì 12,30-14), Bormide (tel. 019.500 9613, lunedì e venerdì 12-13, giovedì 8-10), Finalese  (tel. 019.840 5824, martedì e giovedì 10-12) ed Albenganese (tel. 0182.546 252, dal lunedì al venerdì 12-13).

Il picco dell'usuale ondata invernale di influenza è previsto, secondo gli esperti, tra la fine di dicembre e l'inizio di gennaio, con anticipo rispetto agli anni passati. Sintomi soliti, come febbre alta, tosse, mal di gola, dolori muscolari e mal di testa, ma la forme influenzali in arrivo sono sempre più insidiose.

Secondo i virologi i ceppi che interesseranno il nostro Paese quest'anno sono principalmente due: l'H3N2, riguardante principalmente gli anziani e quindi in grado di sviluppare forme particolarmente severe ed altrettanto importanti complicazioni, e l'H1N1, che interesserà principalmente la popolazione più giovane. Questi si andranno ad aggiungere agli altri virus in circolazione già nelle passate stagioni, ossia il B/Colorado e l'A/Kansas.

Secondo i dati forniti dal Sistema Sanitario della Regione Liguria, in Liguria ogni anno si verificano tra i 100.000 e i 300.000 casi di sindrome influenzale, 5.000 accessi al Pronto Soccorso dovuti a influenza e polmonite negli over 65 e tra i 200 e i 600 decessi. La campagna vaccinale vedrà quindi coinvolti, sempre per quanto riferisce la regione, oltre 1.100 medici di Medicina Generale, interesserà oltre 440.000 liguri con più di 65 anni, insieme a tutti i pazienti a rischio per condizioni cliniche relative a patologie croniche o fragilità. 

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium