/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 07 novembre 2019, 17:40

Sanità, vicepresidente Viale: "Da opposizioni richiesta consiglio straordinario per coprire la loro totale inadeguatezza su vicenda Ilva, si vergognino"

"Sono pronta a ribattere punto per punto ad ogni critica infondata da parte della minoranza"

Sanità, vicepresidente Viale: "Da opposizioni richiesta consiglio straordinario per coprire la loro totale inadeguatezza su vicenda Ilva, si vergognino"

Si vergognino le opposizioni che usano il tema della salute dei cittadini per nascondere la loro totale inadeguatezza e incapacità nella gestione della vicenda Ilva”. Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale risponde ai consiglieri di minoranza che hanno chiesto la convocazione di un consiglio regionale straordinario sulla sanità.

Per coprire la richiesta di consiglio regionale straordinario sulla vicenda Ilva depositata dalla maggioranza – spiega l’assessore Viale - oggi viene pubblicata la notizia della richiesta delle opposizioni di un consiglio regionale straordinario sulla sanità”.

“Detto questo – prosegue la vicepresidente della Regione Liguria - sono pronta a ribattere punto per punto ad ogni critica infondata da parte della minoranza. Sarà quella l’occasione per ricordare ai cittadini sia i disastri provocati dalla precedente amministrazione di centrosinistra, a partire dai 98 milioni di euro di disavanzo lasciati nel 2015 e oggi ridotti a 51 milioni di euro grazie alla riforma della sanità e all’efficientamento del sistema realizzato da Alisa, sia i risultati ottenuti in questi anni di Giunta tra cui, solo per ricordarne alcuni, il mantenimento delle cinque Asl e di tutti gli ospedali esistenti, la distribuzione dei farmaci salvavita nelle farmacie territoriali, il potenziamento della rete territoriale a partire dal ritrovato dialogo con i medici di medicina generale. Un lavoro incredibile - conclude Viale - ben più significativo del ricordo del manifesto dei primari e della chiusura degli ospedali lasciato da chi ci ha preceduto".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium