/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 09 novembre 2019, 13:09

Visita dell'Assessore Regionale Viale all'Ospedale di Albenga, il sindaco Tomatis: “Ancora una volta è stato evitato il confronto con il territorio”

L’Assessore Vespo: “Invito l’assessore Viale a incontrare gli addetti del settore per migliorare il sevizio a beneficio della collettività”

Visita dell'Assessore Regionale Viale all'Ospedale di Albenga, il sindaco Tomatis: “Ancora una volta è stato evitato il confronto con il territorio”

In merito alla visita dell'Assessore Regionale Sonia Viale all'Ospedale di Albenga il sindaco Riccardo Tomatis afferma: “Siamo di fronte all'ennesima scorrettezza istituzionale. Credo che sia inaccettabile che un assessore regionale venga a fare visita a un Ospedale senza avvisare il sindaco della città nella quale si trova e in generale i sindaci del comprensorio.

Era stata comunicata la visita al San Paolo di Savona e al Santa Corona di Pietra Ligure avvenuta nella giornata di ieri, l'Assessore ha decidere poi di venire anche ad Albenga, ma lo ha fatto quasi di nascosto. Questo dimostra ancora una volta che la Regione non intende dialogare con il territorio su un tema tanto importante come quello della sanità.

Il comprensorio ingauno ha vissuto con apprensione il tema dell'affidamento ai privati dell'Ospedale Santa Maria di Misericordia, ha chiesto in diverse occasioni un confronto che, fino ad oggi, non è avvenuto. Senza entrare nel merito della scelta di affidare il Santa Maria di Misericordia ai privati, voglio sottolineare che, stando a quanto promesso in campagna elettorale, oggi il nostro Ospedale avrebbe già dovuto avere un Pronto Soccorso e reparti funzionanti, invece ci ritroviamo con una struttura ospedaliera svuotata perché non si è più fatto alcun investimento su di essa nelle more di un'assegnazione che pare ancora molto lontana dal potersi realizzare. I cittadini si sentono presi in giro dal fatto di non poter avere un dialogo e un confronto con chi fa le scelte su tema sanità, scelte che, tra l'altro, stanno portando un evidente disservizio. Non si può giocare con il diritto alla salute dei cittadini”.

L’assessore alle Politiche Sociali, Pubblica Istruzione e Distretto Socio-Sanitario Simona Vespo precisa: “Spiace molto costatare come su un tema così importante vi siano malati di serie A e malati di serie B. L’aver bandito l’ospedale ai privati non vuol dire che tutto è risolto. Sono necessari più posti letto, soprattutto nel settore RSA, anche per i gli anziani malati del comprensorio di Albenga. Presidi e servizi sanitari territoriali sono insufficienti, i servizi domiciliari spesso mancano ed è necessario prestare sempre più attenzione alla disabilità. Si tratta di un mondo a volte non valutato adeguatamente, ma essenziale.

Ringrazio molto tutto il personale medico, infermieristico e gli assistenti domiciliari che fanno molto, ma che, purtroppo, non riescono a supplire a tutto. Invito l’assessore Viale a porre maggior attenzione anche a questi servizi e a voler incontrare gli addetti del settore per migliorare il sevizio a beneficio della collettività”. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium