/ Eventi

Eventi | 11 novembre 2019, 10:49

Albenga, nella sala San Carlo la rappresentazione de "L’Elisir d’amore"

L'appuntamento è fissato per sabato 16 novembre con inizio alle ore 16.30

Albenga, nella sala San Carlo la rappresentazione de "L’Elisir d’amore"

 

Sarà in costume, in forma completa, ed accompagnata al pianoforte dalla brava pianista Michela Forgione, questa fresca rappresentazione de “L’Elisir d’amore” che si terrà ad Albenga sabato 16 novembre, alle ore 16.30, presso la sala San Carlo di Palazzo Oddo, in collaborazione e con il patrocinio dell’assessorato al turismo del Comune di Albenga, e per la regia di Ugo Benelli, famoso tenore rossiniano genovese che non ha bisogno di presentazioni.  

A preparare i cantanti ai rispettivi ruoli sono Ugo Benelli ed il “vocal coach” Ezio Deovich, che dell’opera lirica e del belcanto ha fatto la propria “mission”, grazie ad una preparazione ed una sensibilità musicale oggi rari. La direzione artistica è del soprano Anna Maria Ottazzi, che unisce all’attività di cantante lirica l’insegnamento del canto lirico e moderno, e l’organizzazione di eventi e rassegne nel settore musicale.

L’opera è divertente e frizzante: vi si narra di un malcapitato giovane, Nemorino, che per conquistare la sua bella Adina, che non lo considera neppure di striscio (almeno apparentemente…) si lascia turlupinare da un ciarlatano, il “dottor” Dulcamara, che gli vende un “potente elisir d’amore” dalle fantomatiche proprietà magiche (inesistenti).. in realtà un semplice vino, con tutti gli equivoci e le situazioni buffe del caso.

Vale quindi la pena di andare ad ascoltare e vedere in scena questi giovani artisti: dalla protagonista femminile, il giovane ma già avviato soprano Emanuela Carotenuto, voce ben impostata e squillante, a quello maschile, il tenore Nicola Colamorea, noto al grande pubblico per i ruoli sostenuti nell’opera e operetta (è il tenore solista della compagnia Teatro Musica Novecento, in tournèe presso i più prestigiosi teatri italiani). Il ruolo di Dulcamara è affidato al basso giapponese Takanobo Sugimoto, che ha al suo attivo più di 250 recite in opere pucciniane e verdiane in Europa e in Bulgaria. Il personaggio di Belcore verrà sostenuto da Davide Canepa, giovanissimo baritono che unisce all’attività concertistica gli studi presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. Il mezzosoprano sassarese Marina Garau Chessa, che fra l’altro ha recentemente interpretato il ruolo del paggio Cherubino ne “le Nozze di Figaro” tenutesi al teatro Rina e Gilberto Govi di Genova, sarà Giannetta. 

L’ingresso è libero (posti limitati).

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium