/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 13 novembre 2019, 16:23

Debuttano a Principe i nuovi treni regionali, Toti: "Entro il 2023 in Liguria nessun treno avrà più di 5 anni"

Sono complessivamente 43 i nuovi treni destinati alla Liguria, 15 "pop" e 28 "rock", che entreranno gradualmente in servizio (FOTO e VIDEO)

Debuttano a Principe i nuovi treni regionali, Toti: "Entro il 2023 in Liguria nessun treno avrà più di 5 anni"

Sono stati presentati alla stazione di Genova Principe i due nuovi convogli ferroviari destinati al trasporto regionale denominati "Pop" e "Rock". I due treni entrano in servizio da oggi sulla tratta Savona - Genova - Sestri bevante, in anticipo rispetto alla scadenza inizialmente prevista nel 2020. I nuovi treni rientrano nel Contratto di Servizio sottoscritto a gennaio 2018 da Trenitalia e Regione Liguria.

Complessivamente il contratto prevede investimenti per circa 550 milioni di euro e il rinnovo totale della flotta ligure.

Alla cerimonia di consegna e taglio di un simbolico nastro inaugurale, hanno partecipato il presidente della Regione Giovanni Toti, l'assessore ai Trasporti Gianni Berrino, e Orazio Iacono, amministratore delegato di Trenitalia; presenti anche i rappresentanti delle ditte costruttrici, Alstom e Hitachi. 

"Oggi stiamo facendo un gigantesco passo avanti in una Regione dove abbiamo ereditato una flotta con un'età media decisamente troppo elevata - spiega il presidente della Liguria Giovanni Toti -. Entro il 2023 in Liguri a non circolerà nessun treno con età di servizio maggiore di 5 anni, e direi che è un bel progresso nella gestione del servizio regionale di trasporto su ferro. Sono mezzi con un alto livello tecnologico, capaci anche di migliorare il livelli del servizio ai passeggeri e stiamo lavorando sul garantire una maggiore puntualità per i convogli. Prima di natale bune novità anche per la linea diretta a Milano".

"Due treni di ultimissima generazione che entrano in servizio immediato - dichiara l'assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino - e con questi sono sette i convogli nuovi che circolano sulla rete ligure dalla firma del nuovo contratto di servizio. Quello che noi vogliamo per i cittadini liguri sul piano delle ferrovie si sta realizzando: nel 2023 le ferrovie dei liguri saranno completamente rinnovate per quello che riguarda i materiali. Aspettiamo la realizzazione delle infrastrutture attese, che potranno dare l'avvio ad un abbassamento dei minutaggi di percorrenza".

"Un investimento di quasi 400 milioni che ci permetterà di rinnovare tuttta la flotta per i pendolari di questa Regione - spiega l'amministratore delegato di Trenitalia Orazio Iacono -. Sappiamo che si tratta di un territorio per cui il trasporto ferroviario è particolarmente importante e per questo stiamo giocando d'anticipo per garantire viaggi con maggiore comodità e sicurezza, anche grazie alle numerose telecamere installate a bordo dei nuovi convogli".


Il momento del taglio del nastro:

Sono complessivamente 43 i nuovi treni destinati alla Liguria, che si aggiungono ai 5 treni Jazz già in circolazione, la cui consegna proseguirà fino al 2021 per i Pop e 2023 per i Rock. Il 35% dei convogli sarà sui binari entro il 2020, il 100% dei Pop entro 2021, la totalità dei Rock entro il 2023 e, insieme ai 20 Vivallo e ai Jazz entrati in servizio negli ultimi anni, completeranno il rinnovo totale della flotta regionale della Liguria facendo scendere l'età media dei mezzi a cinque anni. 

Carlo Ramoino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium