/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2019, 15:36

Malumore ad Albenga per chi brucia gli sterpi, tra fumo e puzza. E il Comune annuncia regole più restrittive

L'assessore all'agricoltura Silvia Pelosi: "Riceviamo decine di segnalazioni giornaliere. Introdurremo giorni e orari precisi per l'abbruciamento nel regolamento di polizia rurale"

Malumore ad Albenga per chi brucia gli sterpi, tra fumo e puzza. E il Comune annuncia regole più restrittive

Sempre maggiore attenzione, da parte del Comune di Albenga, al fenomeno dei cosiddetti “abbruciamenti”, cioè lo smaltimento per combustione di sterpaglie.

Spiega l’assessore al bilancio e all’agricoltura Silvia Pelosi: “Innanzitutto vorrei ringraziare i numerosi cittadini che quotidianamente mi tengono informata su quanto avviene. In media mi arrivano circa una ventina tra foto e video al giorno delle nubi di fumo che avvolgono le zone verdi e addirittura un collettivo di cittadini mi ha portato un fascicolo stampato con diverse fotografie raccolte. La cosa che è interessante notare è che il fenomeno riguarda indistintamente tutte le zone cittadine, le frazioni ma anche aree più vicine al centro, da viale Che Guevara a viale dell’Agricoltura o ancora più centrali. Inoltre quanto avviene coinvolge tutti, dall’imprenditore agricolo al privato cittadino nel proprio giardino”.

Precisa l’assessore: “Sia chiaro che non è nulla di illegale, la legge non vieta di bruciare le foglie nel proprio terreno. Più che altro è una questione di ordine pubblico: molti si lamentano delle fiamme troppo vicine alle case, o del fatto che qualcuno accenda i fuochi all’ora di pranzo o di cena, causando odori e fumi sgradevoli che penetrano nelle finestre del vicinato”.

Dopo le lamentele, i provvedimenti: “Sicuramente metteremo mano al regolamento di Polizia Rurale spiega ancora l’assessore Pelosiadottando norme più restrittive, ad esempio introducendo dei giorni fissi e delle fasce orarie ben precise per l’abbruciamento, con sanzioni per chi non si atterrà alle nuove normative. Ma si tratta di un progetto ancora in fase embrionale, lo abbiamo accennato nel recente Tavolo Verde e ne riparleremo durante le prossime riunioni di Giunta”.

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium