/ Savona

Savona | 15 novembre 2019, 16:36

Savona, picchia e tenta di rubare una collana a un connazionale: obbligo di firma per 38enne nigeriano

Questa mattina il processo per direttissima in Tribunale a Savona, l'uomo dovrà presentarsi due volte alla settimana dai carabinieri di Cengio

Savona, picchia e tenta di rubare una collana a un connazionale: obbligo di firma per 38enne nigeriano

Aveva derubato un connazionale di una collanina a Savona ed era stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile.

Questa mattina, il 38enne nigeriano Emmanuel Ekkebi, già colpito da un obbligo di dimora per reati in materia di spaccio di stupefacenti, è stato processato in Tribunale a Savona e il giudice, oltre a convalidare l'arresto, ha disposto per lui l'obbligo di firma al comando dei carabinieri di Cengio due volte alla settimana. L'avvocato difensore ha richiesto i termini a difesa e il processo si svolgerà il 22 novembre.

La vittima, anch’essa nigeriana ma residente in Gran Bretagna, nella tarda mattinata di ieri si trovava in Via Luigi Corsi, quando è stata avvicinata da Ekkebi, il quale vedendo rifiutata una sua immotivata richiesta di denaro, ha iniziato a colpire il connazionale con calci e pugni. L’aggressore nel corso della colluttazione ha strappato una collana d’oro dal collo della vittima, tentando poi di darsi alla fuga.

Alcuni passanti però, che avevano assistito all’aggressione, hanno chiamato il 112 permettendo alla pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Savona di giungere rapidamente sul posto, trovando la refurtiva ancora addosso a Ekkebi. Vittima e rapinatore era stati accompagnati presso il Comando della Compagnia Carabinieri di Savona, dove il primo ha potuto formalizzare la denuncia e recuperare il maltolto, mentre l’arrestato era stato rinchiuso nella camera di sicurezza della Caserma savonese.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium