/ Politica

Politica | 16 novembre 2019, 09:00

Regione, Salvatore (M5S) ai microfoni di Radio Onda Ligure 101: "In attesa del raddoppio ferroviario di ponente, reintrodurre i binari di precedenza" (VIDEO)

Nella giornata di ieri, venerdì 15 novembre, la capogruppo pentastellata è stata ospite negli studi dell'emittente radiofonica

Regione, Salvatore (M5S) ai microfoni di Radio Onda Ligure 101: "In attesa del raddoppio ferroviario di ponente, reintrodurre i binari di precedenza" (VIDEO)

Alice Salvatore, capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione Liguria, è stata ospite nella giornata di ieri (venerdì 15 novembre) di Radio Onda Ligure 101. Diversi i temi toccati nell'intervista che l'esponente pentastellata ha rilasciato ai microfoni dell'emittente radiofonica. Tra questi un approfondimento legato al trasporto ferroviario ligure:

"Il servizio pubblico di trasporti è importantissimo ed essenziale per i cittadini in Liguria, il trasporto su treni - ha dichiarato Alice Salvatore - purtroppo però siamo testimoni sempre più spesso di disagi e disservizi. Il problema è però a monte perché è stato fatto un contratto tra il gestore Trenitalia e Regione Liguria, che deve tutelare l'interesse pubblico dei cittadini, che è tutto a vantaggio del gestore e molto a svantaggio invece dell'utenza: ci sono lì tante cose da rivedere. Poi anche iniziative pratiche, pragmatiche, da mettere in atto sul territorio specialmente per il ponente ligure. Sentiamo parlare da anni e anni di terminare il raddoppio di ponente, nell'attesa che finalmente questo progetto si sblocchi io dico questo: in passato esistevano i binari di precedenza che consentono, anche in un binario unico, di poter transitare in senso opposto ai treni e di poter aumentare la capacità di portata dei passeggeri, dei pendolari, dei turisti. Io sfido a reintrodurre questo semplice strumento, ci vuole qualche mese, e quindi avere immediatamente finalmente il respiro per i cittadini, per i pendolari, per i turisti, senza dover attendere gli anni e anni che comporterebbero gli scavi del raddoppio di ponente, in attesa che finalmente anche quel progetto vada in porto".

Spazio poi all'argomento legato alla pulizia dei corsi d'acqua in ottica di prevenzione:

"Voglio congratularmi per il lavoro che è stato fatto di pulitura del Rio Antognano - ha spiegato la portavoce regionale del M5S - Certo è che dovrebbe esserci un lavoro fatto a monte da parte di Regione Liguria. Una mappatura di tutti i territori in modo tale che non arrivino poi i detriti nel letto del fiume e non si vada a creare la problematica dell'ingombro, della pulizia da fare, perché poi sappiamo benissimo le conseguenze pericolose. Stesso discorso anche per argini di fiume che rischiano di franare con le precipitazioni e quant'altro. È importante a questo proposito andare a fare un'opera di manutenzione del territorio facendo un monitoraggio, una mappatura, e intervenendo non in emergenza quando sono già avvenute le precipitazioni, quindi i periodi alluvionali, ma quando c'è il periodo di secca: deve essere un lavoro continuativo, sostituendo la cultura della prevenzione alla cultura dell'emergenza".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium